(Ian MacNicol/Getty images)
  • Sport
  • giovedì 21 Gennaio 2016

Le 20 squadre di calcio più ricche del mondo

Secondo l'annuale rapporto pubblicato da Deloitte, il Real Madrid è ancora il club più ricco del mondo: la Juventus, ferma al decimo posto, è la prima delle quattro squadre italiane

(Ian MacNicol/Getty images)

La Deloitte, una delle più importanti società di consulenza e servizi finanziari del Regno Unito, ha pubblicato l’annuale edizione della “Football Money League”, una classifica delle squadre di calcio che hanno ottenuto i maggiori guadagni economici nella stagione sportiva precedente, tenendo in considerazione le principali operazioni commerciali. I dati sono ricavati dai bilanci annuali delle società o da altre fonti dirette utilizzate da Deloitte, e sono suddivisi in tre voci: le entrate derivanti dalla vendita dei biglietti e degli abbonamenti, e tutte le altre attività commerciali relative allo stadio nei giorni delle partite giocate in casa (“matchday”); le entrate relative alla vendita dei diritti televisivi delle partite (“broadcasting”); le entrate relative al merchandising e ai contratti con gli sponsor (“commercial”). La classifica non tiene conto di eventuali plusvalenze derivanti dalla compravendita di giocatori.

Nella classifica di quest’anno, che considera i risultati relativi alla stagione 2014/2015, il Real Madrid, con 577 milioni di ricavi, è per l’undicesimo anno il club più ricco del mondo (la classifica viene pubblicata dal 1998), ma secondo le previsioni, dalla prossima stagione il club spagnolo verrà superato dal Manchester United. L’Inghilterra ha 9 squadre tra le prime 20, una in più dello scorso anno. La Germania e la Spagna ne hanno tre e la Francia soltanto una. L’Italia ne ha quattro come lo scorso anno: la Roma ha sostituito il Napoli ed occupa la 16esima posizione, la Juventus è al decimo posto, il Milan è 14esimo e l’Inter 19esimo. Secondo Deloitte il fatto che generalmente le squadre italiane non abbiano stadi di proprietà comporta una difficoltà nel generare guadagni simili a quelli delle loro concorrenti.

Schermata 2016-01-21 alle 12.39.23

Nell’edizione di quest’anno, per piazzarsi entro le prime 20 posizioni occorreva aver ottenuto guadagni per almeno 160 milioni di euro. Due anni fa il limite era di 100 milioni di euro e nella prima edizione della Football Money League, relativa alla stagione 1996/97, l’unica squadra ad aver guadagnato più di 100 milioni fu il Manchester United.

Oltre ai ricavi stagionali, il rapporto Deloitte ha monitorato l’attività nei social media dei club presenti nella classifica. Tra Facebook, Twitter e Instagram, il club più seguito è il Barcellona, seguito da Real Madrid e Manchester United. La prima squadra italiana in classifica è il Milan, ottava. Al decimo posto c’è la Juventus, al 15esimo la Roma e al 16esimo l’Inter.

Schermata 2016-01-21 alle 12.40.17