(AP Photo/Eduardo Di Baia)
  • Sport
  • martedì 12 Gennaio 2016

Chi è Guillermo Barros Schelotto, il nuovo allenatore del Palermo

È un importante ex calciatore argentino (idolo dei tifosi del Boca Juniors) con poca esperienza da allenatore: prenderà il posto di Davide Ballardini

(AP Photo/Eduardo Di Baia)

La dirigenza del Palermo ha comunicato che, dopo l’esonero di Davide Ballardini, il nuovo allenatore della squadra siciliana sarà Guillermo Barros Schelotto, assistito almeno fino al termine della stagione da Fabio Viviani, membro dello staff tecnico che guiderà la squadra nella prossima partita di campionato. Barros Schelotto è un ex giocatore argentino e fino a poche settimane fa allenava il Lanùs, club che gioca nella prima divisione del campionato argentino. Barros Schelotto si è ritirato dal professionismo nel 2011 e quella con il Lanùs è stata la sua prima esperienza da allenatore.

Barros Schelotto è originario di La Plata e nella sua carriera ha giocato principalmente nel ruolo di seconda punta. Iniziò a giocare con il Gimnasia, una delle principali squadre di La Plata, di cui suo padre fu presidente. Esordì con i professionisti nel 1991 e per altri sei anni rimase al Gimnasia. Nel 1997 venne acquistato dal Boca Juniors, dove rimase per dieci anni diventando uno dei giocatori più importanti nella storia recente del club di Buenos Aires. Non ha mai giocato in Europa ed è uno dei calciatori argentini ad aver vinto più trofei (diciassette), quasi tutti con il Boca: sei campionati nazionali, quattro Coppe Libertadores, due Coppe sudamericane e due Mondiali per club. Nel 2007 si trasferì negli Stati Uniti quando venne ingaggiato dai Columbus Crew, squadra di MLS. Concluse la carriera da giocatore nel 2011 con il Gimnasia, con cui giocò una stagione decidendo di non ricevere alcun stipendio. Barros Schelotto ha un fratello gemello di nome Gustavo, anche lui calciatore e suo vice al Lanùs, da cui deriva il suo soprannome “El Mellizo” (il gemello).

Barros Schelotto è considerato un allenatore piuttosto promettente. Nel suo primo anno con il Lanùs si è classificato quarto nel Torneo Inicial e terzo nel Torneo Final, i due tornei in cui è diviso il campionato argentino di prima divisione. Nel 2013 fece ancora meglio: arrivò secondo nel torneo Inicial e vinse la Coppa Sudamericana — il secondo trofeo continentale — per la prima volta nella storia del club. L’ottimo andamento della gestione di Barros Schelotto si interruppe improvvisamente nella seconda parte di stagione e il Lanùs concluse il Torneo Final al nono posto. Lo scorso novembre Barros Schelotto ha annunciato in una conferenza stampa le proprie dimissioni al termine della stagione in Argentina, conclusa dal Lanùs al 13esimo posto.

La formazione più utilizzata da Barros Schelotto è il 4-3-3, con un sistema di gioco molto rapido che sfrutta molto le verticalizzazioni e gli inserimenti degli esterni d’attacco. Barros Schelotto avrebbe dovuto essere l’allenatore della squadra siciliana dalla prossima stagione ma dopo l’esonero di Ballardini, il presidente del Palermo Maurizio Zamparini ha deciso di chiamarlo subito. Per la prossima partita di campionato, la squadra sarà guidata da Fabio Viviani, membro dello staff del Palermo, e Barros Schelotto sarà presente in tribuna.