(Megan Galloway)

L’Apple Watch si può usare anche col naso

Lo sostiene il Wall Street Journal, raccontando una modalità d'utilizzo forse non prevista ma che sembra piuttosto diffusa

(Megan Galloway)

Da alcuni mesi è uscito – prima negli Stati Uniti e da giugno in Italia – l’Apple Watch, lo smartwatch prodotto da Apple. Stando sul polso di chi li usa, gli Apple Watch possono fare molte cose: ricevere e inviare messaggi, telefonare, rilevare il battito cardiaco, mostrare immagini. Per far fare a un Apple Watch tutte queste e altre cose basta usare le dita per far ruotare una rotellina laterale o ancora più semplicemente usare il touchscreen di cui è dotato. Basta – in altre parole – usare le dita, che Steve Jobs definì “il miglior strumento di input a nostra disposizione“. Il Wall Street Journal ha però spiegato in un suo recente articolo che si sta diffondendo l’utilizzo di un altro strumento di input, utilissimo quando le dita sono impegnate: il naso.

Bernard Desarnauts, direttore di Wristly  – una società che dice di essere “La voce indipendente dell’Apple Watch” e si occupa di studi che lo riguardano – ha spiegato al Wall Street Journal di avere chiesto in un sondaggio online (in cui venivano chieste anche altre cose sull’uso dell’Apple Watch) se l’uso del naso come sostituto delle dita per interagire con il touchscreen dell’Apple Watch fosse una cosa normale. Il 46 per cento delle oltre mille persone che hanno partecipato il sondaggio, ha risposto di sì; e un altro 28 per cento ha detto di non averci mai provato ma di averci pensato e di voler provare a breve. Desarnauts stesso ha provato a usare l’Apple Watch col proprio naso, e ha detto di essere stato «sorpreso» che l’orologio abbia risposto al tocco.

L’Apple Watch può anche essere controllato grazie a comandi vocali, una tecnologia avanzata e piuttosto efficace. Un po’ per poca abitudine e un po’ per voglia di privacy, però, quando ci si trova in pubblico alcune persone sembrano preferire il naso. Uno dei motivi principali per cui la gente ha detto di aver usato il proprio naso per fare qualcosa con il proprio Apple Watch, inoltre, è il freddo: le mani coperte da guanti non funzionano su uno schermo touch e tra togliere i guanti, non usare lo smartwatch e usare il naso, la gente sceglie spesso il naso (in teoria, Apple Watch riconosce tutte le superfici coperte di pelle). Comprensibilmente però è quasi impossibile capire cosa si sta toccando, dato che se si porta Apple Watch troppo vicino al naso lo schermo esce dallo spazio visivo.

Il Wall Street Journal scrive di aver provato a chiedere ad Apple un commento sulla questione, ma Apple finora si è rifiutata di rispondere.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.