• Sport
  • martedì 29 Dicembre 2015

La “gara di triple” tra Curry e Casspi in una partita di NBA

Durante Sacramento Kings-Golden State Warriors hanno cominciato una specie di sfida di tiri da tre, molto spettacolare

Lunedì 28 dicembre la squadra di NBA più forte e in forma del momento, i Golden State Warriors, hanno giocato in casa contro i Sacramento Kings, una squadra più debole – non accedono ai playoff dal 2006 – e che quest’anno non ha iniziato molto bene la regular season (nei Kings da quest’anno gioca anche l’italiano Marco Belinelli). Le due squadre sono entrambe californiane – di Oakland i Warriors, di Sacramento i Kings – e perciò c’è una certa rivalità: verso la fine del secondo quarto della partita, quando i Kings erano avanti 47 a 41, il playmaker dei Warriors Stephen Curry, al momento il giocatore più forte dell’NBA insieme a LeBron James, ha segnato il suo primo canestro dal campo, con un tiro da tre punti (che è la sua specialità). Nell’azione immediatamente successiva Omri Casspi, ala israeliana dei Kings, ha segnato a sua volta una tripla: fino alla fine del quarto Curry e Casspi hanno segnato una tripla dietro l’altra, “rispondendosi” a vicenda in una serie di azioni molto spettacolari e emozionanti. In tutto, in questi ultimi tre minuti del secondo quarto, i due hanno segnato quattro canestri da tre a testa. La partita è finita 122 a 103 per i Warriors: Casspi ha segnato 36 punti, Curry 23.