Un'immagine del film "la guerra dei mondi" del 2005 diretto da Steven Spielberg e ispirato all'omonimo romanzo di Wells.
  • Cultura
  • mercoledì 9 Dicembre 2015

Il sequel ufficiale di “La guerra dei mondi” di H.G. Wells

Uscirà 120 anni dopo il leggendario originale a gennaio 2017: si intitolerà "The Massacre of Mankind" e lo scriverà l'autore fantascientifico inglese Stephen Baxter

Un'immagine del film "la guerra dei mondi" del 2005 diretto da Steven Spielberg e ispirato all'omonimo romanzo di Wells.

Sarà pubblicato un sequel ufficiale del celebre romanzo fantascientifico La guerra dei mondi scritto nel 1897 da Herbert George Wells, quello che per la prima volta immaginò un’invasione aliena sulla terra. Il nuovo libro si intitolerà The Massacre of Mankind (“Il massacro del genere umano”) e sarà scritto da Stephen Baxter, matematico e scrittore britannico specializzato nel genere della “fantascienza hard” (hard science fiction), ovvero libri fantascientifici caratterizzati da una particolare attenzione ai tratti scientifici o tecnici. Nella sua carriera Baxter ha collaborato con scrittori di fantascienza molto famosi come Terry Pratchett, Alastair Reynolds e Arthur C Clarke. The Massacre of Mankind sarà pubblicato negli Stati Uniti dalla casa editrice Gollancz, l’uscita è prevista per il 19 gennaio 2017.

Il libro racconta un’altra invasione aliena sulla terra, 30 anni dopo quella fallita nel libro di Wells. La storia sarà ambientata a Londra durante gli anni Venti, poiché gli inglesi erano la nazione che più si era impegnata nella resistenza durante le prima invasione. Nel libro di Wells gli alieni perdono la guerra perché non sono immuni ai batteri dell’atmosfera terrestre: non sarà così in questo sequel, ma l’autore e l’editore non hanno voluto svelare quasi nulla della trama. Baxter ha commentato la notizia col giornale inglese Independent: “Wells è il padrino della moderna fantascienza. La sua scrittura si basa su importanti modelli fantascienza dell’horror, come Frankenstein di Mary Shelley o I viaggi di Gulliver di Jonathan Swift e anche tra i suoi contemporanei, ad esempio Jules Verne. Ma Wells fu colui che più plasmò le tematiche e lo stile della fantascienza moderna, e il suo lavoro ha avuto una profonda influenza sulla storia del ventesimo secolo”.

La guerra dei mondi fu pubblicato per la prima volta a Londra nel 1897, mentre la prima edizione in italiano del romanzo risale al 1901. È probabilmente uno dei romanzi più citati ed ammirati del genere fantascientifico: ci sono stati moltissimi libri non autorizzati come sequel o spin off della storia di Wells. La guerra dei mondi ispirò anche ben quattro film: l’ultimo del 2005 fu girato da Steven Spielberg con Tom Cruise protagonista e incassò circa 600 milioni di dollari. Oltre ai film, il libro di Wells ispirò anche il famoso programma radiofonico La guerra dei mondi, quello di Orson Welles andato in onda il 30 ottobre 1938 sulla CBS: lo sceneggiato simulava un notiziario speciale che interrompeva più volte i consueti programmi radiofonici per annunciare e fornire aggiornamenti sullo sbarco di un esercito alieno a Grovers Mill, in New Jersey. Nonostante gli avvisi trasmessi prima e dopo il programma, ci furono ascoltatori che credettero che fosse davvero in corso un’invasione aliena, reazione che rese leggendaria nei decenni quella trasmissione.