Alessandro Florenzi e Maksim Valadzko (MAXIM MALINOVSKY/AFP/Getty Images)
  • Sport
  • mercoledì 9 Dicembre 2015

La Roma va agli ottavi di Champions League

Ha pareggiato 0-0 con il modesto BATE Borisov, ma si è qualificata grazie al pareggio tra Barcellona e Bayer Leverkusen

Alessandro Florenzi e Maksim Valadzko (MAXIM MALINOVSKY/AFP/Getty Images)

Aggiornamento del 10 dicembre: La Roma ha pareggiato 0-0 contro il BATE Borisov nell’ultima partita della fase a gironi di Champions League. La Roma, che vincendo sarebbe stata sicuramente qualificata a prescindere dal risultato dell’altra partita del girone in corso, ha giocato una partita poco brillante e a tratti è stato il modesto BATE Borisov a giocare meglio. Il pareggio per 1-1 tra Bayer Leverkusen e Barcellona, tuttavia, ha permesso alla Roma di qualificarsi come seconda del girone dietro proprio al Barcellona e davanti al Bayern Leverkusen.
Tutte le squadre qualificate agli ottavi sono, oltre alla Roma: Real Madrid, Wolfsfburg, Atletico Madrid, Manchester City, Paris Saint-Germain, Psv, Benfica, Juventus, Barcellona, Bayern Monaco, Chelsea, Zenit San Pietroburgo, Arsenal, Dinamo Kiev e Gent.

***

Si giocherà stasera Roma-BATE Borisov, partita dell’ultimo turno della fase a gironi di Champions League di quest’anno. La partita inizia alle 20 e 45 e verrà giocata allo Stadio Olimpico di Roma. BATE Borisov e Roma fanno parte del Girone E:  la squadra prima in classifica è il Barcellona, che ha 13 punti e quindi rimarrà prima indipendentemente dai risultati di stasera; la Roma è seconda con 5 punti; il BATE è ultimo ma ha solo un punto in meno della Roma e del Bayer Leverkusen, momentaneamente al terzo posto perché ha perso contro la Roma. Il secondo, il terzo e il quarto posto dipendono quindi da come finiranno Roma-BATE Borisov e Bayer Leverkusen-Barcellona. Con il terzo posto non si passa alla fase a eliminazione di Champions League, ma si accede automaticamente a quella di Europa League, torneo europeo minore per club.
Facendo qualche calcolo: la Roma passa il turno di Champions League se vince o anche se pareggia, qualora il Bayer non vinca contro il Barcellona. Il BATE va agli ottavi di finale se vince all’Olimpico e il Bayer perde o pareggia, mentre va in Europa League se vince ma vince anche il Bayer. La Roma può quindi ancora arrivare sia seconda, e qualificarsi alla prossima fase del torneo, che ultima, ed essere eliminata anche dall’Europa League.

Roma-BATE Borisov sarà trasmessa in chiaro e in diretta da Canale 5 alle 20.45 e sarà visibile anche sul sito di Sportmediaset o tramite l’applicazione. Gli abbonati a Mediaset Premium potranno vederla anche nei canali a pagamento Premium o in streaming su Premium Play.

Le probabili formazioni

La Roma giocherà probabilmente con un 4-3-3; dovrà fare a meno del capitano Francesco Totti e di Gervinho, oltre a Kevin Strootman infortunato ormai da molti mesi. Il BATE invece non ha problemi di formazione: tutti i giocatori della rosa sono disponibili, e sono arrivati a Roma una settimana fa per preparare la partita. Il BATE di solito gioca con un 4-2-3-1, ed è probabile che lo utilizzi anche oggi: ci si aspetta che difenda molto chiuso e cerchi di fare gol in contropiede.

Com’è messa la Roma?

Una partita così importante per l’andamento della stagione, seppur contro una squadra decisamente più debole, arriva in brutto momento per la Roma. Dopo le sconfitte contro Barcellona e Atalanta il clima attorno alla squadra non è buono: ci sono dubbi sulla permanenza dell’allenatore Rudi Garcia, alcuni giocatori sono stati molto criticati dalla stampa e parte dei tifosi contesta da mesi la società.

Nell’ultima partita di campionato la Roma ha pareggiato fuori casa contro il Torino, dopo essere andata in vantaggio con una punizione di Miralem Pjanic. In molti credono che con gli ultimi risultati la Roma stia perdendo l’opportunità di vincere il campionato, o almeno concorrere seriamente per la vittoria, in un anno in cui nessuna squadra sembra decisamente più forte delle altre. Al momento, comunque, tra la prima in classifica, l’Inter, e la quarta, la Roma, ci sono appena cinque punti; e in Champions League comunque la Roma ha buone possibilità di passare il turno: ha il vantaggio degli scontri diretti contro il Bayer, che dovrà affrontare il Barcellona, e il BATE, nonostante la vittoria dell’andata, non è sicuramente alla sua altezza.

Com’è questo BATE Borisov?

Così così. Vince il campionato bielorusso ininterrottamente da 10 stagioni e lo ha vinto anche quest’anno (in Bielorussia il campionato è già finito, lì il calcio si ferma durante l’inverno), ma quel torneo è molto poco competitivo. Lo scorso anno in Champions League ha preso una valanga di gol: 9 dal Porto e ben 12 dallo Shakthar Donetsk in due partite. Ma nel 2009, sempre nei gironi di Champions League, ottenne due vittorie battendo in trasferta il Lille (all’epoca allenato da Rudi Garcia, attuale allenatore della Roma) e in casa il Bayern Monaco. Quest’anno, nella partita di andata contro la Roma, il BATE ha vinto sorprendentemente per 3 a 2, dopo essere andato in vantaggio di tre gol nel primo tempo.