Come funziona Twitter Poll, il nuovo servizio di Twitter per fare sondaggi nei tweet

Permette di fare tweet con una domanda a cui i follower possono rispondere scegliendo tra due possibilità (i sondaggi dureranno 24 ore e si chiuderanno da soli)

Twitter ha introdotto un nuovo servizio che si chiama Twitter Poll e che serve per realizzare sondaggi all’interno dei propri tweet. L’opzione sarà messa a disposizione degli iscritti al social network in questi giorni, sia attraverso l’applicazione per smartphone sia sulla versione classica di Twitter per browser.

Nella casella di composizione dei tweet è stata aggiunta una nuova icona – vicino a quella della macchina fotografica per inserire le immagini – che mostra un grafico a torta. Toccandola si accede a Twitter Poll e alle relative opzioni per impostare il sondaggio, con una domanda e due risposte possibili. Il sondaggio può essere poi pubblicato come un normale tweet e sottoposto ai propri follower e agli altri utenti di Twitter, che avranno 24 ore di tempo per votare, in forma anonima. I sondaggi si chiudono automaticamente alla loro scadenza, ma sono comunque consultabili per vedere i risultati.

twitter-poll

In passato Twitter aveva offerto altri sistemi per effettuare sondaggi, che erano però più rudimentali e complicati da seguire. Twitter Poll dovrebbe risolvere il problema, rendendo il meccanismo molto più semplice. Spiega Twitter:

Se ti interessa scoprire l’opinione che gli altri utenti hanno su un determinato argomento – il nome da dare al tuo nuovo cane, chi vincerà la partita di questa sera o quale aspetto di una campagna elettorale pensano sia più rilevante – non c’è posto migliore di Twitter. Per chi crea sondaggi si tratta di un modo nuovo di interagire con il grande pubblico di Twitter e capire con precisione cosa pensi. Per i partecipanti, Twitter Poll è un modo semplice di far sentire la propria voce.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.