(AP Photo/Massimo Pinca)
  • Sport
  • domenica 18 Ottobre 2015

Inter-Juventus, le cose da sapere

La partita più importante dell'ottava giornata di Serie A si gioca stasera alle 20.45: cosa se ne dice e le probabili formazioni

(AP Photo/Massimo Pinca)

Inter e Juventus giocheranno stasera alle 20.45 nel posticipo dell’ottava giornata di Serie A. Inter-Juventus è di solito una partita molto attesa da entrambe le tifoserie, ed è soprannominato “derby d’Italia” per via del fatto che si è disputato in tutte le stagioni della Serie A tranne l’anno in cui la Juventus è retrocessa in Serie B. Negli ultimi anni non è però capitato che Inter e Juventus fossero contemporaneamente in corsa per lo Scudetto. Negli anni in cui l’Inter dominava la Serie A, fra 2007 e 2010, la Juventus si stava ancora riprendendo dopo la retrocessione; e nelle quattro stagioni più recenti – vinte tutte dalla Juventus – l’Inter ha raggiunto al massimo il quinto posto finale (nella stagione 2013-2014).

Quest’anno entrambe le squadre sono date fra le favorite dai giornali e dai commentatori sportivi. L’Inter ha speso moltissimo in estate, ha cambiato quasi tutta la squadra titolare e dopo sette giornate è seconda in classifica e ha la terza migliore difesa del campionato. La Juventus invece arriva da un’annata particolarmente positiva in cui ha vinto lo Scudetto e si è giocata la finale di Champions League, e sebbene in estate abbia ceduto Carlos Tevez, Andrea Pirlo e Arturo Vidal ha comprato molti giocatori talentuosi – fra cui gli attaccanti Paulo Dybala e Simone Zaza, il centrocampista Mario Lemina e il difensore Daniele Rugani – e ha tenuto quelli più promettenti, fra cui Alvaro Morata e Paul Pogba.

Juventus e Inter arrivano alla partita di stasera in un momento molto diverso della loro stagione. La Juventus è inaspettatamente 12esima in classifica con 7 punti in 8 partite: non ha ancora trovato un modulo stabile con cui giocare, ha avuto diversi titolari infortunati e ha mostrato buone cose solamente in Champions League. L’Inter è inaspettatamente seconda ed è stata prima in classifica dalla prima alla quinta giornata: inaspettatamente perché a detta della maggior parte dei commentatori sportivi gioca ancora in modo piuttosto confuso, soprattutto in attacco: finora ha segnato 8 gol come il Carpi, di cui 4 da palla ferma, e ha vinto la maggior parte delle partite grazie alla solidità della sua difesa, probabilmente la migliore della Serie A. La partita di stasera fra Inter e Juventus servirà dunque per capire la reale consistenza delle due squadre e le loro prospettive sul resto della stagione. Lo stesso Mancini ha detto che la partita di stasera servirà «per capire se potremo restare al vertice sino in fondo».

Come arriva l’Inter
Da favorita: gioca in casa, ha un solo infortunato fra i potenziali titolari – l’attaccante esterno Adem Ljajić – e ha trovato una certa stabilità col modulo 4-3-1-2, con Ivan Perišić trequartista e Mauro Icardi e Stevan Jovetić davanti. Deve inoltre riscattarsi dalle ultime due mediocri partite giocate in campionato: all’ultima giornata ha pareggiato 1-1 contro la Sampdoria e alla penultima ha perso 4-1 in casa contro la Fiorentina prima in classifica. La novità di formazione più interessante riguarda il centrocampo: resterà probabilmente fuori dalla formazione titolare il centrocampista francese 23enne Geoffrey Kondogbia, l’acquisto più costoso di questa estate (è stato pagato 30 milioni di euro più 7 milioni legati di bonus). Kondogbia finora ha giocato quasi sempre, ma con risultati spesso mediocri. In molti hanno scritto che le sue difficoltà dipendono dal fatto che nel Monaco era abituato a giocare in un centrocampo a due, e che l’Inter da settimane abbia iniziato stabilmente a giocare con tre giocatori a centrocampo. Mancini ha spiegato che a suo parere Kondogbia «ha bisogno solo di un po’ di tempo».

Come sta la Juventus?
Così così. Prima della sosta ha battuto 3-1 il Bologna in maniera piuttosto convincente, ma arrivava da due partite pessime giocate contro Frosinone e Napoli (rispettivamente pareggiata e persa). I giocatori che si erano infortunati all’inizio della stagione si stanno piano piano riprendendo, ma l’allenatore Massimiliano Allegri ha ancora diversi problemi di formazione. Stasera a centrocampo dovrebbero giocare Marchisio e Khedira, che in questa stagione hanno giocato ciascuno due partite. Sia Pogba che Morata si sono fatti male con le rispettive nazionali ma hanno recuperato, e stasera saranno titolari. Nelle ultime partite Allegri è tornato ad usare il 3-5-2, il modulo più utilizzato da Antonio Conte nelle sue prime vincenti stagioni alla Juventus. Non è chiaro se continuerà ad usarlo anche nelle prossime partite: in molti ritengono che il suo utilizzo sia provvisorio e legato ai molti infortunati delle ultime settimane.

Come giocheranno
I dubbi di formazione della Juventus sono legati soprattutto alle condizioni di Alvaro Morata: se non dovesse partire titolare, al suo posto giocherà uno fra Simone Zaza e Mario Mandžukić, il quale però a sua volta si è da poco ripreso da un infortunio. Nell’Inter starà probabilmente fuori anche il terzino Alex Telles: al suo posto giocherà Juan Jesus, più abituato a difendere. Medel dovrebbe tornare a centrocampo, dopo aver giocato diverse partite da difensore centrale nelle ultime settimane.

Inter: Handanovic, Santon, Miranda, Murillo, Juan Jesus, Guarin, Felipe Melo, Medel, Perisic, Jovetic, Icardi.
Juventus: Buffon, Barzagli, Bonucci, Chiellini, Cuadrado, Khedira, Marchisio, Pogba, Evra, Dybala, Morata

Dove vederla
Inter-Juventus sarà trasmessa in diretta – sia in tv che in streaming, a pagamento – da Sky Sport e da Mediaset Premium. In tv sarà visibile sui canali Sky Sport 1 e Sky Calcio 1 (canali 201 e 251) e su Premium Calcio di Mediaset Premium (canale 370 del digitale terrestre). In streaming su computer e tablet Inter-Juventus sarà visibile tramite i servizi di streaming Sky Go e Premium Play.