• Moda
  • martedì 22 settembre 2015

Le foto della settimana della moda di Londra

Chi c'era e cosa è stato presentato in questi giorni intorno alle passerelle di Soho

Finisce oggi la settimana della moda di Londra, che era iniziata venerdì 18 settembre. Per la prima volta l’evento si è svolto al Brewer Street Car Park, uno spazio creativo nel quartiere di Soho, a pochi minuti da strade come Regents Street, Bond Street, Dover Street e Oxford Street, famose per i loro negozi. Negli anni passati invece la settimana della moda si era sempre svolta a Somerset House, una struttura sede di mostre, concerti e spettacoli. Tra le tante in calendario, sono state presentate le collezioni primavera/estate 2016 di Vivienne Westwood, Burberry e Margiela, che hanno fatto parlare di sé.

Domenica 20 settembre Vivienne Westwood ha presentato una collezione considerata fedele al suo stile. Tutti i suoi segni distintivi erano presenti negli abiti: corsetti, scollature girocollo, tartan, girovita stretti e accessori fetish come collane di plastica e imbracature sopra i vestiti. Vivienne Westwood ha colto l’occasione della sua sfilata per fare varie dichiarazioni politiche: ha sfilato insieme a membri dello staff che portavano cartelli contro i tagli alla spesa del governo britannico, i cambiamenti climatici e il fracking, una tecnica usata per l’estrazione del gas naturale. Al suo show hanno partecipato LiLy Allene e Boy George.

Da Burberry, lunedì 21 settembre, c’erano invece Kate Moss, Cara Delevingne, il cantante St. Vincent, Benedict Cumberbatch, Sienna Miller e Suki Waterhouse. La grande novità di questa sfilata è stata che domenica sera, quindi prima dello show, Burberry ha presentato la sua collezione in anteprima su Snapchat, un’applicazione che serve per inviarsi foto e video, con messaggi e disegni personalizzati. Su Snapchat i messaggi possono essere visualizzati solo temporaneamente, poi spariscono: nel caso di Burberry l’anteprima è rimasta disponibile per 24 ore, venendo man mano integrata da momenti di backstage e permettendo a chi seguiva l’account di vedere i vestiti prima della sfilata ufficiale. Il brand ha condiviso foto e video dei ritocchi finali della collezione, ma anche un video di Anna Wintour che riceve l’invito per la sfilata; ancora oggi sul profilo Snapchat The Burberry Fashion Show è possibile vedere un riassunto dell’evento. Pochi giorni prima Burberry aveva annunciato di aver creato un canale su Apple Music.

La casa di moda Margiela invece ha presentato MM6, linea del suo direttore creativo John Galliano, che ha anche scelto Londra e non New York per presentare della collezione. Quando, nemmeno un anno fa, Galliano è entrato a far parte della casa di moda, c’era il timore che il suo stile eccentrico non si sposasse con quello dell’azienda; la scelta di Londra è stata interpretata come un tentativo di avvicinarsi a Galliano, che vive a Parigi e ha mostrato la sua prima collezione per Margiela proprio a Londra, a gennaio, quando ha presentato la collezione Artisanal (la più lussuosa ed elitaria linea di “Haute Couture” del brand). John Galliano non era presente allo show. Questa volta le modelle sfilavano con piccole borse a cui era attaccata un’altra borsa trasparente di plastica, con dentro cose ordinarie come banane, penne, assorbenti, nel tentativo di prendere in giro la distanza tra la moda come è normalmente vista nelle sfilate e la vita reale.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.