• Mondo
  • martedì 15 settembre 2015

La Germania non ha ospitato migranti a Buchenwald

Lo hanno scritto molti giornali ma sbagliando: la struttura di cui si parla dista circa 400 chilometri dall'ex campo di concentramento

Lunedì diversi giornali internazionali e italiani hanno dato la notizia per cui il governo tedesco, per fare fronte all’eccezionale flusso di migranti delle ultime settimane, avrebbe deciso di ospitare temporaneamente 21 persone nell’ex campo di concentramento di Buchenwald, all’interno di un’ex caserma delle SS.

La storia era stata raccontata per la prima volta lo scorso 11 settembre sul giornale britannico Daily Mail – un tabloid generalmente inaffidabile – ed era stata poi ripresa in tutto il mondo da una serie di articoli che mostravano immagini d’archivio del cancello principale del campo di Buchenwald e riportavano varie critiche al governo tedesco, accusato di non rispettare la memoria dell’Olocausto. La notizia non è però corretta.

Daily Mail

In realtà i migranti sono ospitati nel posto dove sorgeva Schwerte-Ostun, ex campo di lavoro che si trova a quasi quattrocento chilometri di distanza da Buchenwald e che è stato attivo un anno dal 1944 al 1945: vi si trovavano circa 700 prigionieri che lavoravano alla costruzione della ferrovia. Gli edifici e la caserma del campo – secondo quanto riferito da Deutsche Welle – sono stati abbattuti e ricostruiti dopo la guerra: ospitano dei rifugiati dallo scorso gennaio e in passato sono stati utilizzati come studio da alcuni artisti e anche come asilo.

enhanced-30770-1442251802-1

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.