(BAX LINDHARDT/AFP/Getty Images)
  • Mondo
  • lunedì 7 settembre 2015

I migranti che vanno in Svezia a piedi

Le foto della nuova processione, questa in Danimarca, di persone arrivate soprattutto dalla Siria

(BAX LINDHARDT/AFP/Getty Images)

Lunedì mattina circa 100 migranti hanno lasciato la città danese di Rødby, dove erano arrivati in treno dalla Germania, per raggiungere a piedi la Svezia che dista 190 chilometri: lo hanno fatto per evitare la registrazione da parte delle autorità della Danimarca, essendo interessati a ricevere asilo e quindi ospitalità in Svezia, dove si potranno ricongiungere con parenti e amici che già vivono nel paese. La polizia danese li sta scortando, ma il viaggio a piedi richiederà diversi giorni e l’utilizzo di traghetti, o il passaggio su ponti che non sono formalmente aperti per i pedoni. Non è escluso che si decida di trasportarli in autobus, ma questo dipenderà dalle autorità danesi e da quelle svedesi.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.