• Mondo
  • domenica 26 Luglio 2015

Gli scontri sulla Spianata delle moschee a Gerusalemme

La polizia israeliana si è scontrata con alcuni palestinesi accusati di volere attaccare i visitatori ebrei al sito, ci sono stati sei arresti

La polizia israeliana si è scontrata questa mattina con alcune centinaia di dimostranti palestinesi all’interno della Spianata delle moschee a Gerusalemme, uno dei luoghi considerati più sacri dai musulmani. La polizia ha detto di essere entrata nella Spianata per bloccare alcuni manifestanti che avevano lanciato fuochi d’artificio e sassi contro gli agenti. La polizia ha poi raggiunto la moschea di al Aqsa e ha chiuso al suo interno alcune centinaia di dimostranti. Sei palestinesi sono stati arrestati.

Secondo la polizia israeliana alcune centinaia di giovani palestinesi si erano radunati nella Spianata per attaccare i molti visitatori ebrei che oggi sarebbero dovuti arrivare per celebrare Tisha B’Av, la commemorazione della distruzione del tempio di Gerusalemme. La polizia israeliana ha detto che i suoi agenti non hanno fatto irruzione nella moschea di al Aqsa, che si trova sulla Spianata, ma si sono limitati a rimuovere alcune barricate costruite all’ingresso e a chiudere le porte dell’edificio.

La Spianata delle moschee, o Monte del Tempio come lo chiamano gli ebrei, è il luogo più sacro per la religione ebraica e il terzo più sacro dopo la Mecca e Medina per i musulmani. È un luogo dove si verificano spesso incidenti tra i visitatori ebrei, che possono entrate nella Spianata ma non possono pregare né compiere alcuna manifestazione religiosa, e i palestinesi. Israele ha più volte imposto limitazioni ai palestinesi che volevano visitare la Spianata, vietando ad esempio l’accesso ai maschi sotto i 50 anni. Gli ultimi scontri si sono verificati lo scorso novembre, quando la polizia ha fatto irruzione nella Spianata per disperdere un gruppo di palestinesi che, secondo gli israeliani, si preparava a lanciare sassi contro una manifestazione religiosa ebraica che si sarebbe svolta il giorno successivo al Muro del Pianto (che si trova subito al di là della Spianata).