(OLGA MALTSEVA/AFP/Getty Images)

I risultati del sorteggio per le qualificazioni dei Mondiali 2018

Sono stati estratti i gironi di tutti i sei continenti: l'Italia ha pescato un gruppo non troppo difficile con Spagna e Israele

(OLGA MALTSEVA/AFP/Getty Images)

Si è svolto a San Pietroburgo, in Russia il sorteggio principale dei gironi di qualificazione per i Mondiali di calcio del 2018. Il torneo si giocherà in varie città della Russia dal 14 giugno al 15 luglio 2018. I gironi di qualificazione sono sei, ciascuno per ogni federazione continentale affiliata alla FIFA. I gironi dell’Asia e del Nord America sono già iniziati, mentre i gironi di Europa, Africa, Oceania e Sud America sono stati sorteggiati solamente oggi (i risultati completi del sorteggio si possono vedere qui). L’Italia è stata inserita nel gruppo G del girone europeo assieme a Israele, Macedonia, Albania, Liechtenstein e Spagna.

(il girone europeo)

gruppi2

Il girone di qualificazione europeo prevede nove gruppi da sei o cinque squadre ciascuno. La prima classificata di ogni gruppo accede direttamente alla fase finale dei Mondiali, mentre la seconde classificate disputano fra loro i playoff. Uno dei gruppi più duri, a occhio, è l’I: tutte e cinque le squadre ambiscono a qualificarsi per i Mondiali, sebbene la Croazia sia attualmente la più forte. Negli altri gruppi ci sono sempre due squadre nettamente più forti delle altre tranne nel gruppo D ed E, probabilmente i più equilibrati.

La struttura delle qualificazioni nel Mondo
Ciascuna federazione continentale ha adottato una formula diversa per il proprio girone. In Sud America ci sarà un girone unico da dieci squadre: le prime quattro squadre classificate accederanno direttamente alla fase finale dei Mondiali, mentre la quinta si giocherà lo “spareggio intercontinentale” fra squadre di altre confederazioni. In Africa ci saranno due fasi a eliminazione diretta prima di un’ultima fase a cinque gruppi da quattro squadre ciascuno. Si qualificheranno per i Mondiali le prime classificate di ciascun gruppo. In Asia è già avvenuta una prima fase di qualificazione disputata dalle nazionali più scarse. La seconda fase è invece appena iniziata e prevede otto gruppi da cinque squadre ciascuno. Le otto vincitrici e le migliori quattro seconde saranno raggruppate in due mega-gruppi: si qualificheranno ai mondiali le prime due classificate di ciascun mega-gruppo.

Nel Nord America il girone è composto da cinque fasi: le nazionali più forti però – come Messico e Stati Uniti – prenderanno parte solo dalla quarta fase in poi (la quale prevede tre gironi da quattro squadre ciascuno). Il girone dell’Oceania prevede tre fasi a gruppi, in cui le nazionali più forti come la Nuova Zelanda entreranno in gioco solo nella seconda fase. Sarà il girone più breve di tutti: 11 squadre si giocano un unico posto per lo “spareggio intercontinentale”.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.