La città vecchia di Sana'a dopo un bombardamento saudita. Yemen, 12 giugno 2015. (MOHAMMED HUWAIS/AFP/Getty Images)
  • Mondo
  • sabato 13 Giugno 2015

Le foto della città vecchia di Sana’a distrutta

È una delle città abitate più antiche del mondo, con un centro storico fatto di case che sembrano grattacieli: è stata bombardata di nuovo venerdì

La città vecchia di Sana'a dopo un bombardamento saudita. Yemen, 12 giugno 2015. (MOHAMMED HUWAIS/AFP/Getty Images)

Dallo scorso 25 marzo una coalizione di nove stati arabi guidati dall’Arabia Saudita ha iniziato a bombardare lo Yemen, dove il gruppo di ribelli Houthi ha preso il potere e ha occupato la parte occidentale del paese. Molti attacchi aerei hanno colpito le installazioni militari e governative della capitale Sana’a causando diversi cosiddetti “danni collaterali” alla città e al suo antico centro storico. Si calcola che fino ad oggi siano morte diverse centinaia di civili yemeniti. Sana’a è una delle città abitate più antiche del mondo: prima dell’inizio della guerra ci vivevano quasi due milioni di persone.

I monumenti più belli sono concentrati nella vecchia città fortificata, un insediamento abitato da più di 2.500 anni e considerato dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Nel centro della città sono concentrate quasi settemila casa costruite con mattoni di fango essiccato, alte fino a cinque piani, con facciate decorate da forme geometriche e vetri colorati. Sana’a è stata una delle prime città a convertirsi all’Islam e oggi ospita nel suo centro storico più di cento moschee oltre a 14 hamman, o bagni pubblici. Venerdì l’UNESCO ha condannato un attacco aereo compiuto venerdì dalla coalizione proprio sulla città vecchia di Sana’a: sembra che un missile abbia colpito una casa del quartiere vecchio, senza esplodere, ma uccidendo almeno cinque persone e distruggendo diversi edifici.