Un seggio elettorale a Genova. (Giulia Molinari/LaPresse)

Com’è andata la notte elettorale

La cronaca dalla chiusura dei seggi alle prime proiezioni e allo spoglio nelle sette regioni in cui si è votato

Un seggio elettorale a Genova. (Giulia Molinari/LaPresse)

I risultati delle elezioni regionali saranno resi noti tra la notte e lunedì, ma dalle 23 sono chiusi i seggi e vengono resi pubblici exit poll e proiezioni: si è votato in 7 regioni e in circa 1.000 comuni, tra cui 18 capoluoghi di provincia.

Il centrosinistra ha vinto in Toscana, nelle Marche, in Umbria e in Puglia, e secondo le proiezioni anche in Campania; il centrodestra invece ha vinto in Veneto e in Liguria.

Per le comunali si voterà anche lunedì, gli eventuali ballottaggi si svolgeranno il 14 giugno.

Per chi legge via smartphone, c’è un piccolo guaio tecnico col liveblog: se non vedete gli aggiornamenti, girate il telefono in orizzontale. Oppure usate le app gratuite per iPhone e Android.

Davide De Luca 1 Giugno 20152:04

Ricapitolando: in Campania, secondo le proiezioni, sembra oramai certa la vittoria del PD con Vincenzo De Luca. In Liguria, sempre secondo le proiezioni, sembra che abbia a vinto il centrodestra con Giovanni Toti. Nelle altre regioni le cose sono andate più o meno come ci si aspettava: Puglia, Toscana e Marche al centrosinistra; Veneto al centrodestra. L’unica vera sorpresa è stata l’Umbria, dove il risultato è ancora molto incerto e i candidati di centrodestra e centrosinistra sono molto vicini. In generale, sempre secondo le proiezioni: il PD è andato benino, Lega e Movimento 5 Stelle bene e Forza Italia malissimo.

Luca Misculin 1 Giugno 20151:56

Filippo Sensi, consigliere politico di Matteo Renzi, ha pubblicato su Instagram una foto di Matteo Renzi e Matteo Orfini che giocano alla PlayStation, nell’attesa di conoscere i risultati

Francesco Costa 1 Giugno 20151:47

Nichi Vendola dice che queste elezioni sono «una sconfitta secca di Matteo Renzi».

Francesco Costa 1 Giugno 20151:46

Su Twitter circola impietosamente un vecchio tweet di Alessandra Moretti.

Davide De Luca 1 Giugno 20151:45

Michele Emiliano, che ha praticamente vinto in Puglia, ha offerto un assessorato al Movimento 5 Stelle. Nel 2013 aveva tentato di fare la stessa cosa anche Ignazio Marino, sindaco di Roma, ma il Movimento 5 Stelle rifiutò l’offerta, dopo averla inizialmente approvata con un sondaggio online tra gli attivisti romani.

Luca Misculin 1 Giugno 20151:43

Nuova proiezione di EMG sull’Umbria, che tiene conto del 25 per cento dei voti totali: Marini (centrosinistra) 40,1, Ricci (centrodestra) 40. È probabile che ci voglia ancora parecchio per capire come andrà a finire, nonostante il vicesegretario del PD ha data per certa la vittoria del centrosinitra 

Luca Misculin 1 Giugno 20151:37

La candidata del centrosinistra in Veneto Alessandra Moretti ha ammesso la sconfitta su Twitter

Francesco Costa 1 Giugno 20151:36

Sul sito del ministero dell’Interno ci sono i dati reali, ma è ancora presto.

Luca Misculin 1 Giugno 20151:30

Nuova proiezione Piepoli per la Liguria: ancora in vantaggio Toti, del centrodestra 

Davide De Luca 1 Giugno 20151:30

La vittoria del centrodestra in Veneto era data per scontata, ma secondo le ultime proiezioni RAI, in Veneto è andata davvero male per Alessandra Moretti, che avrebbe preso meno di metà dei voti di Luca Zaia: 47,1 per cento contro 22,6 per cento.

Francesco Costa 1 Giugno 20151:21

Il dato complessivo nelle sette regioni in cui si vota è questo, ma maneggiatelo con cura: non è né un dato nazionale né un dato regionale. È il dato: “come hanno votato gli italiani oggi” (secondo le proiezioni). Le percentuali sono molto basse per l’abbondante presenza di liste civiche.

Luca Misculin 1 Giugno 20151:18

Fra poco per il Movimento 5 Stelle parlerà Luigi Di Maio, ma fra i loro parlamentari circola già parecchio ottimismo

Davide De Luca 1 Giugno 20151:17

Il dato definitivo sull’affluenza alle elezioni regionali è 53,9 per cento, nel 2010 era 64,13 per cento.

Luca Misculin 1 Giugno 20151:16

Renato Brunetta fa un’ipotesi sulla salute di Matteo Renzi

Davide De Luca 1 Giugno 20151:14

Michele Emiliano, ex sindaco di Bari e candidato presidente in Puglia con il PD, ha praticamente vinto e poco fa ha detto che intende nominare come assessore all’Ambiente un esponente del Movimento 5 Stelle.

Luca Misculin 1 Giugno 20151:10

Nuovo giro di proiezioni in Umbria, diffuse da EMG per La7: Marini (centrosinistra) e Ricci (centrodestra) vicinissimi, dati rispettivamente al 40,5 e al 40,4 per cento

Davide De Luca 1 Giugno 20151:10

Secondo le nuove proiezioni di EMG per La7 in Liguria Giovanni Toti di Forza Italia ha guadagnato qualche altro punto di distacco da Raffaella Paita, appoggiata dal PD.

Luca Misculin 1 Giugno 20150:54

La situazione nelle Marche, piuttosto definita (nei giorni scorsi la vittoria del centrosinistra era considerata certa) 

Luca Misculin 1 Giugno 20150:52

Nuova proiezione EMG sulla Liguria: Toti sempre più avanti rispetto a Paita 

Luca Misculin 1 Giugno 20150:49

Nuova proiezione RAI sull’Umbria: Marini, la candidata del PD, è tornata dietro

Davide De Luca 1 Giugno 20150:42

Qualcuno con le idee non proprio chiare ha provato a modificare la pagina di Wikipedia di Giovanni Toti.

Luca Misculin 1 Giugno 20150:37

Seconda proiezione di Piepoli per la Liguria: Toti in vantaggio di due punti su Paita

Davide De Luca 1 Giugno 20150:36

A proposito di Umbria: secondo le proiezioni EMG per La7 la situazione è ancora molto incerta. Catiuscia Marini del PD è leggermente in vantaggio con il 39,8 per cento. Claudio Ricci, del centrodestra, è poco lontano con il 38 per cento dei voti.

Francesco Costa 1 Giugno 20150:31

Orfini: «Non pensavamo l’Umbria potesse essere complicata a questo livello, ma sappiamo che non sarebbe stato scontato dopo le comunali di Perugia. Comunque aspettiamo».

Davide De Luca 1 Giugno 20150:30

Secondo le prime proiezioni, in Puglia Michele Emiliano del PD è ampiamente in testa come previsto, ma ci sono comunque due dati interessati. Antonella Laricchia, del Movimento 5 Stelle, è al secondo posto con il 21,80 per cento. Al terzo posto c’è Francesco Schittulli, appoggiato dall’ex eurodeputato di Forza Italia Raffaele Fitto, con il 19,50 per cento. Il candidato ufficiale del partito di Silvio Berlusconi, Adriana Poli Bortone, è soltanto quarta con l’11,80 per cento dei voi.

Francesco Costa 1 Giugno 20150:29

Dice Orfini: «Quello che possiamo dire è che sembrerebbe di poter assegnare cinque regioni: quattro al PD e una alla Lega. Ci sono due regioni in bilico ma noi riteniamo positivo fin qui il risultato di 4-1, che si somma al recupero degli anni passati: partivamo da 6-6. La valutazione finale la faremo quando Liguria e Umbria saranno assegnate. Per ora festeggiamo la Campania, che è passata al PD».

Francesco Costa 1 Giugno 20150:28

Sta parlando Matteo Orfini, presidente del PD.

Luca Misculin 1 Giugno 20150:27

Breve storia dei due principali candidati in Umbria, che al contrario di quanto riportato nei giorni scorsi  sono considerati molto vicini dalle ultime proiezioni (l’Umbria è da anni una regione controllata dal centrosinistra). Catiuscia Marini, la candidata del PD, ha 47 anni ed è il presidente uscente. In passato è stata parlamentare europea oltre che sindaco di Todi per dieci anni, dal 1997 al 2007. È vicina alla corrente di sinistra del PD: ha fatto parte sia della segreteria di Pier Luigi Bersani sia di quella di Guglielmo Epifani. Nel 2010 Marini aveva vinto col 57,24 per cento dei voti.

Il candidato del centrodestra è Claudio Ricci: ha 50 anni ed è l’attuale sindaco di Assisi. È laureato in ingegneria civile dei trasporti ed è stato professore universitario. Fra il 2011 e il 2014 è stato delegato nazionale dell’Associazione dei Comuni Italiani per il turismo. Nonostante sia considerato un candidato “moderato” è sostenuto da tutto il centrodestra, Lega Nord e Fratelli d’Italia compresi.

Francesco Costa 1 Giugno 20150:20

C’è un certo entusiasmo su Twitter per l’inviato del Tg1 in Puglia.

Francesco Costa 1 Giugno 20150:18

In Toscana la vittoria del presidente uscente Enrico Rossi, del centrosinistra, non era in discussione; sembra però abbia ottenuto un risultato rilevante Claudio Borghi, il candidato della Lega Nord che si presentava da sola. Secondo le prime proiezioni Borghi – che è un personaggio piuttosto noto agli spettatori dei talk show televisivi, soprattutto per le sue idee anti-euro – ha ottenuto intorno al 20 per cento dei voti.

Davide De Luca 1 Giugno 20150:16

Le proiezioni al momento vengono fatte su circa il 5 per cento del totale dei voti quindi vanno prese con la solita cautela. 

Francesco Costa 1 Giugno 20150:13

Il dettaglio delle due proiezioni di Piepoli che hanno scompigliato un po’ l’idea che ci eravamo fatti basandoci sugli exit poll.

Luca Misculin 1 Giugno 20150:09

Due dati strani che arrivano dalle proiezioni diffuse poco fa da Piepoli: contrariamente a quanto circola negli exit poll, in Liguria Toti e Paita sarebbero pari (rispettivamente a 31,3 e 30,4 per cento), mentre in Umbria il centrodestra sarebbe in vantaggio. L’Umbria era fra le regioni assegnate sicuramente al centrosinistra, nei giorni scorsi.

Davide De Luca 1 Giugno 20150:06

A proposito di come trattare gli exit poll, qualche settimana fa la leader dello Scottish National Party commentava così i primi risultati dopo la chiusura dei seggi (poi le è andata molto bene).

Luca Misculin 1 Giugno 20150:02

Ripassino: alle regionali del 2010 in Liguria il centrosinistra vinse ottenendo il 52,15 per cento con Claudio Burlando. Da solo, il PD prese il 28,35 per cento, pari a 211mila voti (il secondo partito della coalizione era l’Italia dei Valori, che prese l’8.45 per cento). In Campania, sempre nel 2010, i due candidati principali erano gli stessi: Caldoro vinse col 54,27 per cento, De Luca prese il 43,03 (il terzo partito dopo Popolo della Libertà e Partito Democratico era l’UdC, che prese il 9,4 per cento). Sembra passata un’era geologica.

Francesco Costa 31 Maggio 201523:59

Quelli di La7 sono piuttosto contenti.

Francesco Costa 31 Maggio 201523:58

A un’ora dalla chiusura dei seggi, un punto della situazione sulle elezioni regionali:

– in Toscana, nelle Marche, nella Puglia e in Umbria gli exit poll (e le proiezioni, dove sono state fatte) danno in largo vantaggio i candidati del centrosinistra come da attese;

– in Veneto le proiezioni danno in largo vantaggio il presidente uscente Luca Zaia, del centrodestra, come da attese;

– in Campania le prime proiezioni danno in vantaggio Vincenzo De Luca (centrosinistra) sul presidente uscente Stefano Caldoro (centrodestra);

– in Liguria c’è fin qui il risultato più sorprendente: secondo le prime proiezioni è in vantaggio Giovanni Toti (centrodestra), seguito da Alice Salvatore del M5S. La candidata del PD, Raffaella Paita, sarebbe soltanto terza.

Davide De Luca 31 Maggio 201523:58

Lorenzo Guerini, vicesegretario del PD, dice che 5 a 2 è un «risultato importante» (qui avevamo spiegato questa questione del punteggio)

Francesco Costa 31 Maggio 201523:54

Mattia Feltri della Stampa condivide su Twitter la sensazione di malessere dei giornalisti dei giornali di carta. 

Luca Misculin 31 Maggio 201523:53

Il candidato del centrosinistra in Puglia Michele Emiliano, già dato per strafavorito, è dato in largo vantaggio: il secondo partito in regione sarebbe il Movimento 5 Stelle (il centrodestra si è diviso per alcune complicate questioni politiche).

Davide De Luca 31 Maggio 201523:50

E per la Liguria invece si confermano pienamente i risultati del primo exit poll: Giovanni Toti è in vantaggio con un margine compreso tra 28 e 32 per cento. Alice Salvatore del Movimento 5 Stelle ha ottenuto tra il 25 e il 29 per cento e la candidata del PD Raffaella Paita soltanto terza con una forchetta che va dal 21,5 al 25,5. 

Luca Misculin 31 Maggio 201523:49

Secondo giro di exit di EMG per La7, in Campania: Vicenzo De Luca, PD, è dato fra il 36,5 e il 40,5 per cento, Stefano Caldoro, Forza Italia, fra il 33,5 e il 37,5 e Valeria Ciarambino, M5S, fra il 20 e il 24

Luca Misculin 31 Maggio 201523:45

Sono uscite le prime proiezioni per la Campania: De Luca viene dato ancora più avanti di quanto riportato dagli exit poll

Luca Misculin 31 Maggio 201523:42

In Veneto gli exit poll danno Luca Zaia molto avanti, come previsto.

Davide De Luca 31 Maggio 201523:40

Intanto in Toscana sembra che le cose stiano andando come era stato ampiamente previsto: il governatore uscente, Enrico Rossi, del PD, è in ampio vantaggio.

Luca Misculin 31 Maggio 201523:33

Un punto della situazione, per chi arriva adesso:

• Sono usciti i primi exit poll, come tali da prendere con molta cautela: il dato notevole arriva dalla Liguria, dove il candidato di centrodestra Giovanni Toti sarebbe primo con distacco, mentre la candidata del PD Raffaella Paita sarebbe solo terza. La candidata del Movimento 5 Stelle Alice Salvatore sarebbe seconda

• In Campania Vincenzo De Luca è dato in leggero vantaggio su Stefano Caldoro.

• Le proiezioni, cioè i calcoli effettuati sui primi dati veri, usciranno fra pochi minuti.

Davide De Luca 31 Maggio 201523:27

Un’altra cosa da tenere presente: più cala l’affluenza, come sembra essere avvenuto in queste elezioni, meno gli exit poll sono affidabili.

Francesco Costa 31 Maggio 201523:25

Sergio Cofferati su La7 ha commentato l’exit poll sulla Liguria – che dà il centrodestra vincitore e la candidata del PD addirittura terza – dicendo che la regione «diventa il laboratorio di quello che succederà». Cofferati si era candidato alle primarie del centrosinistra e le aveva perse tra molte polemiche e accuse di irregolarità.

Luca Misculin 31 Maggio 201523:22

Alice Salvatore, la candidata presidente in Liguria per il Movimento 5 Stelle, ha appena finito di parlare su La7. Questo è stato il suo ultimo tweet, a meno di due ore dalla chiusura dei seggi.

Luca Misculin 31 Maggio 201523:17

Circola un altro exit poll sulla Campania citato dallo Huffington Post, dai numeri simili a quello citato da La7: 

Vincenzo De Luca (centrosinistra) tra 36-40%, Stefano Caldoro (centrodestra) tra 33-37%, Valeria Ciarambino (M5S) tra 21-25%: è l’esito del primo exit poll Ipr marketing per Tv Luna sulle elezioni regionali in Campania.

Davide De Luca 31 Maggio 201523:14

A proposito di Liguria, bisogna ricordare che se nessuna delle coalizioni ottiene almeno il 35 per cento dei voti sarà necessario formare delle alleanze per poter governare.

Luca Misculin 31 Maggio 201523:09

È il momento di rileggersi la raccolta – messa insieme da Emanuele Menietti – delle frasi fatte che sentirete nelle prossime ore: da “aspettiamo i dati reali” a “qui i dati arrivano molto lentamente”

Davide De Luca 31 Maggio 201523:09

La notizia al momento è che secondo i primi exit poll Raffaella Paita, candidata del PD in Liguria, è soltanto terza, molto dietro al candidato del centrodestra Giovanni Toti e dietro anche alla candidata del Movimento 5 Stelle Alice Salvatore. È un risultato inaspettato, ma, detto questo, bisogna prendere questi primi risultati con estrema cautela.

Davide De Luca 31 Maggio 201523:04

In Liguria gli exit poll di EMG per La 7 danno Giovanni Toti in vantaggio con un margine compreso tra 28 e 32 per cento. Alice Salvatore del Movimento 5 Stelle tra il 25 e il 29 per cento. La candidata del PD Raffaella Paita è soltanto terza con una forchetta che va dal 21,5 al 25,5.

Luca Misculin 31 Maggio 201523:02

In Campania gli exit poll di EMG per La7 danno Vincenzo De Luca in vantaggio con un margine compreso fra il 35,5 e il 39,5 per cento, Stefano Caldoro fra il 33,5 e il 37,5 e Valeria Ciarambino del Movimento 5 Stelle fra 21 e 25 per cento

Luca Misculin 31 Maggio 201522:59

Gli ultimi dati sull’affluenza che abbiamo dicono che alle 19 in Liguria aveva votato il 39,51 per cento degli elettori, in Campania il 35,92 per cento. 

Davide De Luca 31 Maggio 201522:54

Ci siamo: tra meno di dieci minuti chiuderanno le urne e saranno pubblicati i primi exit poll. Quelli di La7 sono curati da EMG e riguarderanno soltanto le due regioni che gli esperti considerano veramente in bilico: Liguria e Campania.

Davide De Luca 31 Maggio 201522:49

L’altro risultato molto atteso oltre alla Liguria è quello della Campania, la regione di cui in queste settimane si è parlato soprattutto per la questione degli “impresentabili”. Il PD ha candidato il sindaco di Salerno Vincenzo De Luca mentre per Forza Italia corre il governatore uscente Stefano Caldoro. In caso di vittoria De Luca rischia di essere immediatamente sospeso dal suo incarico per un caso piuttosto complicato che avevamo spiegato qui.

Luca Misculin 31 Maggio 201522:46

Per chi ha intenzione di seguire lo spoglio anche in tv: Enrico Mentana ha già detto che su La7 andrà avanti con una “maratona” fino alle 8 di domani mattina («preparate i thermos», ha aggiunto)

Davide De Luca 31 Maggio 201522:44

Uno dei risultati più attesi questa sera è quello della Liguria, dove i principali candidati sono Raffaella Paita, vincitrice delle contestate primarie del PD dello scorso gennaio, e Giovanni Toti, consigliere politico di Silvio Berlusconi. A queste elezioni il centrosinistra, che ha governato a lungo la regione, si è presentato diviso: oltre a Paita è candidato anche Luca Pastorino, appoggiato da SEL, dal deputato uscito dal PD Pippo Civati e da altri esponenti della minoranza del PD. 

Secondo gli ultimi sondaggi potrebbe ottenere un buon risultato anche Alice Salvatore, candidata del Movimento 5 Stelle. Occhio: se il vincitore dovesse ottenere meno del 35 per cento dei voti non avrà la maggioranza in consiglio regionale e sarà costretto a formare un’alleanza per governare.

Luca Misculin 31 Maggio 201522:36

Prima di cominciare, cosa succederà da qui a breve: alle 23 usciranno i primi exit poll, che sono realizzati facendo interviste agli elettori all’uscita dal seggio. Circa 40 minuti dopo usciranno degli altri exit poll, più precisi. Da mezzanotte cominceranno a essere pubblicate le proiezioni, che sono invece basate sui voti scrutinati, cioè dati reali.