I luoghi dove è stato girato “Il racconto dei racconti”

Le riprese del nuovo film di Matteo Garrone sono state fatte in bellissimi castelli, boschi e posti speciali di Puglia, Toscana, Sicilia e Lazio, per lo più poco conosciuti

Il castello di Roccascalegna, in Abruzzo. © Utente FlickrFrancesco Moscone

Giovedì 14 maggio è uscito al cinema Il racconto dei racconti, il nuovo film di Matteo Garrone, famoso per avere diretto Gomorra. Il racconto dei racconti è in concorso al Festival di Cannes, è il primo film in lingua inglese di Garrone ed è stato realizzato grazie a una produzione italiana, inglese e francese. Nonostante la lingua inglese e la produzione internazionale, il film è molto legato all’Italia: è ispirato a Lo cunto de li cunti, una raccolta di fiabe del Seicento scritte in napoletano da Giambattista Basile, ed è stato girato in Italia – tra Puglia, Toscana, Sicilia e Lazio – in luoghi molto suggestivi e in certi casi poco conosciuti.

Tra i luoghi scelti per le ambientazioni del Racconto dei racconti – che si basa su tre fiabe della raccolta di Basile: La regina, La pulce e Le due vecchie – ci sono il castello di Donnafugata e le Gole dell’Alcantara in Sicilia, dove è ambientata La regina. Alcune scene delle Due Vecchie sono state girate nel Lazio, nel Bosco del Sasseto, mentre lo spettacolare castello del re interpretato da Vincent Cassel è quello di Roccascalegna, in Abruzzo. Il castello dove vive il re della Pulce è Castel del Monte, mentre l’orco dello stesso episodio vive negli insediamenti rupestri di Gravina di Petruscio, a Mottola, in Puglia. La scena dell’inseguimento tra l’orco e la principessa è stata girata nelle Vie Cave in provincia di Grosseto, in Toscana.

Mostra commenti ( )