Un momento dello spettacolo "Alla Vita!" (Piero Cruciatti/LaPresse)

È partito “Alla Vita!” del Cirque du Soleil

Lo spettacolo – l'unico a pagamento – andrà avanti a Expo fino al 30 agosto, pioggia permettendo

Un momento dello spettacolo "Alla Vita!" (Piero Cruciatti/LaPresse)

È cominciato sabato 16 maggio lo spettacolo “Alla Vita!” del Cirque du Soleil a Expo, organizzato apposta per l’Esposizione dalla compagnia di circo canadese basato su giochi di mimo, acrobazie e giocoleria. L’inaugurazione si sarebbe dovuta tenere venerdì sera ma a causa del brutto tempo era stata rinviata. Lo spettacolo rimarrà in programma dal mercoledì alla domenica (quindi esclusi lunedì e martedì) fino al 30 agosto: inizia alle 21.30 all’Open Air Theatre e dura circa un’ora.

I 48 artisti che si esibiscono sul palco – di cui 23 italiani – propongono una fiaba divisa in 14 atti per celebrare l’Italia: un ragazzo di nome Leonardo (interpretato dall’italiano Giacomo Marcheschi) riceve dalla nonna un seme magico di margherita, come simbolo della vita. Da quel seme nasce sul palco “Farro”, un amico immaginario che guida Leonardo  in un viaggio attraverso l’Italia, tra acrobazie, colori e musica.

Lo spettacolo è l’unico a pagamento di Expo: va infatti comprato un biglietto a parte (sul sito o alle biglietterie autorizzate, come Expo Gate in piazza Cairoli), oltre quello per entrare nel sito dell’Esposizione, che costa tra i 25 e i 35 euro a seconda della posizione, e per comprarlo bisogna per forza essere già in possesso di un biglietto per Expo. Se si vuole assistere soltanto allo spettacolo “Alla Vita!” conviene comprare il biglietto serale a 5 euro, per non pagare il prezzo intero per entrare a Expo. C’è la possibilità che lo spettacolo venga annullato, anche all’ultimo minuto, per pioggia o maltempo: in questo caso gli spettatori hanno diritto al rimborso del biglietto, come viene spiegato sul sito. L’Open Air Theater si trova all’estremità sud di Expo ed è un grande teatro che può ospitare circa 11mila persone tra gradinate e prato, mentre la copertura del palco è dotata di pannelli solari per utilizzare energia da fonti rinnovabili durante gli spettacoli.