• Cultura
  • Questo articolo ha più di sette anni

“Phineas e Ferb” sta per finire

Disney Channel ha deciso di chiudere dopo otto anni una delle serie animate più popolari e apprezzate degli ultimi anni: l'ultima puntata andrà in onda negli Stati Uniti il 6 giugno

L’ultimo episodio di Phineas e Ferb, una popolare serie animata prodotta da Disney Channel in onda dal 2007, andrà in onda il 12 giugno negli Stati Uniti. La fine della serie è stata annunciata nei giorni scorsi da Disney Channel, che finora ne ha prodotto quattro stagioni ciascuna da circa una trentina di episodi da 22 minuti (in Italia viene trasmessa da Disney Channel, K2 e Rai Due).

Phineas e Ferb, oltre a essere la serie televisiva più lunga mai prodotta da Disney Channel, è una delle serie animate più apprezzate e di successo negli ultimi anni: racconta di due fratellastri che durante le vacanze estive inventano ogni giorno un passatempo ambizioso per non annoiarsi, come costruire il grattacielo più alto del mondo o scoprire che fine ha fatto la città di Atlantide. Phineas e Ferb è una serie comica con numerose parti cantate, ma è anche considerata una delle serie più “intelligenti” per bambini in circolazione: il giornalista culturale Dan Kois l’ha definita su Slate «uno dei pochi programmi per bambini che molti genitori (me compreso) non vedono l’ora di guardare assieme ai propri figli». L’ultimo episodio si chiamerà “L’ultimo giorno dell’estate”. Non è ancora noto quando andrà in onda in Italia.

La serie è stata creata dagli sceneggiatori Jeff “Swampy” Marsh e Dan Povenmire, noti negli Stati Uniti per aver lavorato a serie animate per adulti: Marsh aveva collaborato alla produzione dei Simpson ed era stato fra gli sceneggiatori di King of The Hill, e Povenmire ha lavorato per anni a I Griffin. Nel 1996, mentre entrambi stavano lavorando alla serie animata di Nickelodeon La vita moderna di Rocko, crearono l’idea base di Phineas e Ferb. Negli anni successivi però il loro progetto venne rifiutato da numerosi canali per bambini: la serie venne accettata dalla Disney solo nel 2006.

In ogni episodio di Phineas e Ferb i due protagonisti si pongono un creativo obiettivo per passare il tempo: il guaio è che la loro sorella maggiore Candace cerca sempre di rivelare le loro imprese ai loro genitori, non riuscendoci mai (anche grazie all’ornitorinco di Ferb, Perry, che in realtà è una specie di agente segreto che protegge i due fratelli). La comicità della serie è acuta ma delicata: in mezzo, ci sono numerosi canti e balli che hanno reso ancora più apprezzata la serie (nel 2008 Phineas e Ferb ha ricevuto due nomination agli Emmy per la miglior sigla e la miglior canzone in un singolo episodio). 

Oltre a 126 episodi, sono stati anche prodotti cinque speciali da un’ora e un vero film, Phineas e Ferb: il Film – Nella seconda dimensione (uscito nel 2011). Fra gli episodi speciali, sono stati molto apprezzati l’episodio di un’ora realizzato assieme ai personaggi di Star Wars e quello di quaranta minuti con una serie di supereroi della Marvel.

Il 7 maggio Marsh e Povenmire hanno fatto sapere che stanno lavorando a una nuova serie per la Disney: si chiamerà Mikey Murphy’s Law (“La legge di Mikey Murphy”) e sarà incentrata sul bisnipote del fantomatico inventore della Legge di Murphy. Nella realizzazione della serie saranno coinvolte anche numerose persone dello staff che ha prodotto Phineas e Ferb. La nuova serie dovrebbe uscire nel 2017. Nel frattempo, sono previste negli Stati Uniti centinaia di repliche delle puntate di Phineas e Ferb.