• Sport
  • sabato 2 Maggio 2015

Mayweather Vs Pacquiao, le cose da sapere

I due migliori pugili della loro generazione si contenderanno questa notte il titolo mondiale dei pesi welter: breve guida di quello che è stato definito l'"incontro del secolo"

Aggiornamento di domenica 3 maggio: Floyd Mayweather ha battuto Manny Pacquiao ai punti, ottenendo così tutti e tre i titoli da campione mondiale dei pesi welter (il titolo WBO era detenuto fino a ieri sera da Pacquiao).

***

Alle 5 ora italiana di questa notte, i due pugili Floyd Mayweather e Manny Pacquiao si affronteranno nell’incontro che assegnerà il titolo mondiale dei pesi welter e che si terrà a Las Vegas. Quello tra Mayweather e Pacquiao è stato definito da molti “l’incontro del secolo”: i due sono considerati i migliori pugili della loro generazione e non si sono mai affrontati prima d’ora. Si svolgerà alla MGM Grand Garden Arena di Las Vegas, in Nevada, e molti temevano che non lo avrebbero mai fatto, visto che sono entrambi alla fine della loro carriera: Mayweather ha 38 anni e Pacquiao ne ha 36. L’inizio dell’incontro è fissato per le 20.00 ora locale (le 5 di domenica mattina in Italia) e sarà visibile su Deejay Tv.

Chi è Floyd Mayweather
Floyd Joy Mayweather Jr. è nato a Grand Rapids, in Michigan, nel 1977. È considerato dalla rivista Ring il pugile più forte del momento “pound-to-pound”, chilo per chilo: quindi il più forte in una ipotetica classifica con tutte le categorie di peso. La boxe ha infatti varie categorie di peso: Mayweather è alto 173 centimetri e ha combattuto in tutte le categorie che vanno dai superpiuma (59 chili) ai superwelter (69 chili). Al secondo posto della classifica “pound-to-pound” c’è Wladimir Klitschko, che invece fa parte dei pesi massimi. Mayweather ha cominciato a combattere come dilettante, vincendo una medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Atlanta del 1996, nei pesi piuma.

Da quando ha iniziato la carriera da professionista, Mayweather ha combattuto 47 incontri e li ha vinti tutti: 26 per KO, acronimo di “knock-out”, cioè quella situazione in cui un pugile caduto a terra per i colpi dell’avversario non si rialza entro 10 secondi e viene giudicato come non più in grado di combattere. Tra i vari soprannomi di Mayweather il più usato è “Money”: nella classifica di Forbes degli atleti più pagati al mondo, Mayweather è risultato primo sia nel 2012 che nel 2014, anni in cui ha guadagnato rispettivamente 85 e 105 milioni di dollari. Forbes stima che nella sua carriera abbia guadagnato in totale più di 400 milioni di dollari.

Chi è Manny Pacquiao
Emmanuel “Manny” Pacquiao è nato a Kibawe, nelle Filippine, nel 1978. Nella classifica “pound-to-pound” occupa il terzo posto. Nella sua carriera ha combattuto in tutte le categorie che vanno dai pesi mosca (52 chili) ai superwelter: è alto 169 centimetri e ha vinto 57 incontri, di cui 38 per KO, perdendone 5 e pareggiandone 2. Oltre a essere uno dei pugili più forti degli ultimi anni, Manny Pacquiao è impegnato su molti altri fronti: è stato eletto deputato nelle Filippine una prima volta nel 2010 e una seconda nel 2013, è un attore, un cantante e ha giocato a basket in una squadra del campionato filippino, squadra di cui è anche allenatore. Data la sua grande popolarità nelle Filippine, nel 2009 Pacquiao è stato incluso dalla rivista americana Time nella lista delle 100 persone più influenti al mondo. Anche Pacquiao – che è arrivato a guadagnare anche 40 milioni di dollari per un singolo incontro – è entrato nella lista di Forbes degli atleti più pagati al mondo: era sesto nel 2009 e ottavo nel 2010.

Breve storia dell’incontro del secolo
L’incontro è stato ufficializzato il 20 febbraio 2015 con il consenso scritto di entrambi gli atleti. Ma è da più di cinque anni che si parla di un combattimento tra Mayweather e Pacquiao. Il Telegraph ha riassunto in un’utile cronologia le fasi che hanno portato all’organizzazione dell’incontro: Pacquiao aveva inviato una prima proposta a Mayweather nel dicembre 2009, ma la cosa non si concretizzò per un disaccordo sul tipo di controllo antidoping da fare: i due pugili si accusarono l’un l’altro di non avere voluto fare l’incontro e Pacquiao fece causa a Mayweather per averlo accusato di usare sostanze dopanti.

Nel 2010 Mayweather – in una diretta su Ustream, una piattaforma per le dirette sul web – insultò Pacquiao, scusandosi pubblicamente il giorno dopo. Nel 2012 Mayweather propose di non dividere gli introiti dell’incontro con Pacquiao, ma gli offrì una somma fissa di 40 milioni di dollari, che Pacquiao rifiutò. Sempre nel 2012 le parti trovarono un accordo per le accuse di doping fatte da Mayweather nei confronti di Pacquiao. Nel 2013 Mayweather disse che il motivo per cui l’incontro non si sarebbe mai fatto era che Pacquiao era rappresentato da Bob Arum – un ricco avvocato, molto influente nel mondo della boxe – con cui Mayweather non voleva avere a che fare. A gennaio 2015 i due pugili si sono incontrati per la prima volta a una partita di basket NBA e il 20 febbraio Mayweather ha annunciato la data dell’incontro pubblicando una foto del contratto firmato da entrambi.

Pronostici
I siti di scommesse danno vincente Mayweather con una quota intorno a 1.50 (puntando 10 euro se ne vincono 15) e anche la maggior parte degli esperti di boxe sembrano essere d’accordo. Un KO nel primo round è considerato molto improbabile: si prevede infatti che il combattimento durerà diversi round. Scommettere che l’incontro durerà più di otto round paga 1.18, una quota molto bassa. Il pugile Roy Jones Jr. – nominato “pugile del decennio” negli anni Novanta – ha detto che ci sono più probabilità che una vittoria di Mayweather avvenga per KO, mentre è più probabile che Pacquiao vinca per decisione dei giudici. In ogni caso bisogna considerare che questo incontro è ben diverso da quello che sarebbe stato se fosse avvenuto nel 2010, quando – spiega il sito di FiveThirtyEight – entrambi i pugili erano all’apice della loro carriera.

Di quanti soldi parliamo
Tanti. Mayweather e Pacquiao si sono accordati per dividersi i compensi rispettivamente al 60 e al 40 per cento: dovrebbero quindi incassare almeno 180 e 120 milioni di dollari. Business Insider ha stilato un elenco dei ricavi previsti per l’incontro:

– dai contratti tv a pagamento negli Stati Uniti arriveranno tra i 270 e i 360 milioni di dollari, di cui circa il 60 per cento andrà ai due pugili;
– la vendita dei diritti televisivi nel resto del mondo dovrebbe portare almeno 35 milioni di dollari;
– per chi sarà a Las Vegas ma non alla MGM Arena, l’incontro sarà trasmesso in alcuni locali che acquisteranno dei diritti speciali per la proiezione al pubblico: da questi contratti si stima un ricavo di 13 milioni di dollari;
– dalle sponsorizzazioni arriveranno circa 12 milioni di dollari;
– dal merchandising si prevede l’incasso di circa un milione di dollari;
– per quanto riguarda i biglietti della MGM Arena: su 16mila e 500 posti solo mille sono stati venduti al pubblico, i restanti verranno gestiti dagli sponsor, dai due pugili e dagli organizzatori dell’incontro. Si stima che 72 milioni di dollari arriveranno dalla vendita dai biglietti.

I mille biglietti disponibili per il pubblico danno un’idea di quanto sia eccezionale questo evento: sono stati venduti tutti in pochissimi minuti, con prezzi che vanno dai 1500 ai 7500 dollari, e hanno incominciato a circolare su circuiti secondari con prezzi che arrivavano anche a 141mila dollari.

Foto: FREDERIC J. BROWN/AFP/Getty Images