Il logo di Hillary Clinton

L'H con la freccia rossa scelta per la campagna elettorale 2016 sta facendo discutere online: a qualcuno ricorda un segnale stradale, ad altri l'11 settembre

di Beth Ethier - Slate

L’annuncio della candidatura di Hillary Clinton alle presidenziali del 2016, attraverso un video diffuso domenica pomeriggio (in Italia era notte), non ha solo rovinato il dopo pranzo e le uscite familiari nel giorno di festa di una gran quantità di giornalisti politici, ma ha anche messo quasi del tutto in secondo piano la vera notizia del giorno: la possibilità di dare un primo sguardo al logo con cui sarà identificata la campagna elettorale di Clinton fino al 2016. Il logo, che potete vedere qui sopra, ha portato a reazioni discordanti su Twitter.

Il logo di Hillary Clinton si ripromette di riportare il nostro paese ai fasti di NBC alla fine degli anni Settanta.

La scelta di usare sia il rosso (il colore del Repubblicani) sia il blu (quello dei Democratici) potrebbe essere dovuta alla volontà di risultare inclusiva e bipartisan, ma per ora è solo un’ipotesi e restano molte domande cui rispondere.

Finalmente ho capito che cosa mi ricorda il logo scelto da Hillary Clinton.

Perché la freccia? È un appello a inoltrare le sue email per la raccolta fondi ai propri contatti? È un segnale per fare intendere che Hillary abbandonerà la sinistra del partito? Oppure è un modo di appellarsi ai più giovani ormai annoiati e dipendenti da Tinder?

Gente, Hillary vuole che passiamo a destra!!! (Fare “swipe” è il modo per esprimere gradimento per una persona su Tinder, una famosa app di incontri)

Rapidamente ci siamo resi conto che i responsabili della campagna Clinton non hanno previsto tutte le implicazioni per la politica internazionale.

Nella versione ebraica, il logo di Hillary punta dall’altra parte?

Il logo di Hillary ricorda un po’ la bandiera dell’Islanda al contrario.

Il logo di Hillary Clinton mi ricorda la bandiera di Cuba.

Per altri l’H di due colori potrebbe essere il risultato di un plagio.

Quelli del marchio di FedEx si faranno sentire lunedì.

Hillary Clinton ci ha rubato il design innovativo del nostro logo su Twitter.

Il logo sta comunque provando a dirci qualcosa, ma non siamo ancora molto certi sul cosa. Forse l’artigianato folcloristico ci aiuterà a capire meglio.

Chi vuole cucirmi un piumino così?

Twitter naturalmente avrebbe saputo fare di meglio, se solo Hillary avesse chiesto.

Secondo me s’è persa un’opportunità.

Che sia stato realizzato da un comitato esecutivo o da uno stagista cintura nera di Microsoft Paint, questo logo è destinato a essere parte della discussione per i prossimi mesi.

Comunque, sto contando i secondi prima che qualcuno decida di ritoccare il logo di Hillary per renderlo una maglietta “Sto con uno stupido”.

Il logo sta anche portando a un confronto politico più ragionevole, che speriamo sia indice di una campagna elettorale guidata da un genuino dibattito politico che ci renda tutti migliori come paese.

Gli oppositori di Hillary hanno trasformato il suo logo nelle Torri Gemelle, d’altra parte perché no.

Stracciate i calendari, il 2016 inizia adesso!

©2015 Slate

Mostra commenti ( )