• Mondo
  • martedì 24 marzo 2015

Angelina Jolie ha fatto una ovariectomia

Dopo la doppia mastectomia, l'attrice ha deciso di rimuovere ovaie e tube di Falloppio per prevenire un possibile tumore e l'ha raccontato in un articolo sul New York Times

Angelina Jolie si è sottoposta a un intervento di ovariectomia per prevenire possibili tumori, un’operazione chirurgica che consiste nella rimozione di ovaie e tube di Falloppio, e ha spiegato la sua scelta in un articolo sul New York Times intitolato “Diario di un’operazione chirurgica”. Nel maggio del 2013 Angelina Jolie aveva pubblicato un altro articolo sul New York Times dicendo di aver subito per lo stesso motivo una doppia mastectomia, cioè l’asportazione di una parte del seno. La nonna, la madre nel 2007 e una zia materna dell’attrice nel maggio del 2013 erano morte di cancro al seno o cancro alle ovaie; Jolie aveva spiegato di avere la loro stessa mutazione del gene BRCA1: secondo i medici aveva l’87 per cento di rischio di sviluppare il cancro alla mammella e il 50 per cento di rischio di sviluppare il cancro alle ovaie. L’articolo aveva aperto una discussione a livello mondiale su test genetici e interventi chirurgici preventivi.

Nel suo secondo articolo Jolie racconta che aveva inizialmente deciso di rimandare l’operazione alle ovaie, perché rispetto alla mastectomia era un intervento più semplice ma con conseguenze più gravi (una menopausa forzata, innanzitutto). Due settimane fa il suo medico le aveva comunicato i risultati delle analisi del sangue e le aveva detto di aver trovato alcuni parametri elevati, che potevano indicare l’inizio di un possibile cancro ovarico: «Sono passata attraverso quello che immagino migliaia di altre donne abbiano provato. Mi sono detta di stare calma, di essere forte, e che non avevo alcun motivo di pensare che non sarei arrivata a vedere i miei figli crescere o a incontrare i miei nipoti. Ho chiamato mio marito in Francia, che dopo poche ore era su un aereo». Dopo cinque giorni dalla prima comunicazione del medico, ha avuto la conferma di non avere alcun tumore, ma restava la possibilità di averne sviluppato uno nella fase iniziale: per questo ha scelto di sottoporsi alla rimozione di ovaie e tube di Falloppio.

Jolie spiega anche che quella è stata la sua scelta, ma che non era l’unica possibilità che aveva: «Ho parlato con molti medici, chirurghi e naturopati. Ci sono altre opzioni. Alcune donne prendono la pillola anticoncezionale o scelgono la medicina alternativa combinata con controlli frequenti. C’è più di un modo per far fronte a qualsiasi problema di salute. La cosa più importante è conoscere le opzioni e scegliere ciò che è più giusto per te». Nel suo caso, spiega ancora, i medici orientali e occidentali che aveva consultato le avevano consigliato una ovariectomia. Ha però scelto di non rimuovere l’utero perché quel cancro, scrive, «non è parte della storia della mia famiglia».

Jolie spiega di prendere degli ormoni, di essere in menopausa e che non sarà più in grado di avere dei figli. Spiega anche che per altre donne, non ancora madri, la scelta di una ovariectomia potrebbe essere più complicata, ma dice di avere scoperto che esiste un’operazione che permette di rimuovere le tube di Falloppio ma non le ovaie, e che permette quindi di non perdere la capacità di avere dei figli e di non andare in menopausa («Spero che queste donne possano esserne consapevoli»). Jolie conclude il suo articolo scrivendo: «Non è possibile rimuovere tutti i rischi e resto predisposta al cancro. Cercherò dei metodi naturali per rafforzare il mio sistema immunitario. Mi sento molto femminile, ciò che faccio lo faccio per la mia famiglia. Ora so che i miei figli non dovranno mai dire che la loro mamma è morta di cancro ovarico». E ancora: «Non è stato facile prendere questa decisione ma è possibile prendere il controllo della situazione e affrontare ogni problema di salute a testa alta. La conoscenza è potere».

Mostra commenti ( )