• Mondo
  • sabato 14 Marzo 2015

Il grande incendio a Valparaíso, in Cile

Si è sviluppato venerdì pomeriggio e ha costretto circa 4.500 persone a lasciare le loro case: una persona è morta, è stato dichiarato lo stato di emergenza

Nel pomeriggio di venerdì 13 marzo un grande incendio si è sviluppato in una foresta vicino a Valparaíso, città cilena di circa 275 mila abitanti. Le autorità cilene hanno detto che una persona è morta e tre vigili del fuoco sono rimasti feriti. Circa 4.500 persone sono state costrette a lasciare le loro case e nelle prossime ore altre 10 mila persone potrebbero essere evacuate. Le autorità cilene hanno dichiarato lo stato di emergenza finché l’incendio non verrà riportato sotto controllo.

A quanto sembra l’incendio è cominciato vicino ad una discarica illegale ed è stato alimentato dai forti venti. Lo scorso aprile la città era stata colpita da un altro incendio che aveva causato la morte di 15 persone e il ferimento di altre 500. Circa tremila case andarono distrutte. I quartieri più poveri della città sono spesso formati da case di legno e proprio questi quartieri furono i più colpiti nell’incendio del 2014.