• Sport
  • mercoledì 11 marzo 2015

Qualche record di Cristiano Ronaldo

La lista sarebbe lunghissima: per esempio ha segnato un gol per ogni minuto di una partita di calcio, e da cinque anni segna più di 50 gol a stagione

Cristiano Ronaldo, attaccante portoghese che gioca nella squadra spagnola del Real Madrid, martedì sera ha segnato due gol nella partita di Champions League contro i tedeschi dello Schalke 04. Ronaldo è arrivato così a 78 gol segnati nelle competizioni europee per club – che comprendono Champions League, Europa League, Supercoppa Uefa, Coppa delle Coppe, Coppa Intertoto e Coppa Intercontinentale – superando così il record precedente dell’attaccante spagnolo Raúl González Blanco, fermo a 77. Ronaldo ha anche raggiunto l’attaccante argentino del Barcellona Lionel Messi nella classifica dei gol segnati in Champions League: ora i due calciatori sono entrambi primi con 75 gol.

Ronaldo viene considerato uno dei calciatori migliori di tutti i tempi e ha trent’anni, quindi ha ancora tempo per migliorarsi: ha già giocato nello Sporting Lisbona, nel Manchester United e attualmente ha un contratto il Real Madrid da 17 milioni di euro l’anno fino al 2018. Ha accumulato in questi anni una montagna di record, e molti può ancora migliorarli. Quelli che seguono sono solo alcuni.

1. Ronaldo è l’unico calciatore ad aver vinto nello stesso anno solare – nel 2014 – tre premi importanti come il Pallone d’Oro, il UEFA Best Player (che viene assegnato al miglior calciatore della stagione) e la Scarpa d’oro, che viene data al giocatore che segna più gol in una stagione (Ronaldo arrivò a pari merito con Luis Suarez).

2. Oltre a essere il giocatore con più gol in competizioni europee, Ronaldo è anche il calciatore con più gol in una singola edizione della Champions League: nella stagione 2013-2014 infatti ha segnato 17 gol in 13 partite, superando i 14 gol segnati da José Altafini nella stagione 1962/63 e da Lionel Messi nel 2011/12.

3. Nel 2012 Cristiano Ronaldo è diventato il primo giocatore a segnare 6 volte consecutive nel “Clasico”, la partita tra Real Madrid e Barcellona, e la più prestigiosa rivalità del campionato spagnolo. Curiosamente nelle prime 4 partite giocate contro il Barcellona non aveva mai segnato.

4. Ronaldo è l’unico calciatore ad aver segnato a tutte le squadre affrontate nel campionato spagnolo della Liga. Nelle sei stagioni in cui ha giocato con la maglia del Real Madrid nessuna squadra può dire di essere riuscita a fermare Cristiano Ronaldo.

5. Ronaldo è anche l’unico calciatore, insieme a Zlatan Ibrahimovic, ad aver segnato almeno un gol per ogni minuto di una partita. Quindi al primo minuto, al secondo minuto, al terzo minuto e così via, fino al novantesimo.

6. Ronaldo è l’unico calciatore insieme a Velibor Vasović – ex difensore di Partizan Belgrado e Ajax – ad aver segnato in due finali di Champions League con due squadre diverse.

7. È il miglior marcatore della nazionale portoghese: il 5 marzo 2014, durante un’amichevole con il Camerun, Cristiano Ronaldo è arrivato a 48 gol, superando Pauleta. Ora è a quota 52.

8. Ronaldo è l’unico calciatore ad aver segnato almeno un gol per tre Europei e tre Mondiali consecutivi: all’Europeo del 2004 in Portogallo, ai Mondiali 2006 in Germania, all’Europeo 2008 in Austria e Svizzera, ai Mondiali del 2010 in Sudafrica, agli Europei 2012 in Polonia e Ucraina e ai Mondiali 2014 in Brasile.

9. È anche l’unico giocatore ad aver segnato almeno 30 gol in cinque stagioni consecutive della Liga spagnola. E almeno 25 gol in 6 stagioni consecutive, come Lionel Messi.

10. È anche l’unico calciatore ad aver vinto la Scarpa d’oro – ad aver quindi segnato più reti in una stagione – in due campionati diversi: nella Premier League 2007-2008 con il Manchester United (31 gol), e nella Liga con il Real Madrid nel 2010-2011 (40 gol) e nel 2013-2014 sempre con il Real (31 gol).

11. Il 18 aprile 2015 Cristiano Ronaldo è diventato l’unico giocatore del campionato spagnolo ad aver segnato più di 50 gol per cinque stagioni consecutive.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.