Il primo ministro finlandese: «È la fine della fine della Guerra Fredda»

Alexander Stubb ha risposto con una frase notevole a una domanda sulla crisi in Ucraina

Giovedì si è tenuta a Bruxelles una nuova riunione del Consiglio Europeo, l’organo che riunisce i capi di stato e di governo dei 28 paesi membri dell’Unione Europea. I temi in programma erano la complicata situazione in Ucraina, le nuove misure anti terrorismo e la situazione economica dell’Europa. Arrivando all’assemblea, il primo ministro finlandese Alexander Stubb ha risposto così a una domanda sulla situazione in Ucraina e i relativi colloqui fra Angela Merkel, François Hollande e il governo russo.

«Credo che ci stiamo avviando alla fine di un’epoca. La fine della fine della Guerra Fredda»

Stubb ha comunque precisato che «va data una possibilità alla pace» e che spera che i colloqui fra Hollande, Merkel e Putin vadano a buon fine. Stubb ha 46 anni ed è primo ministro della Finlandia dal giugno del 2014. È subentrato a Jyrki Katainen, che nel giugno del 2014 si era dimesso da primo ministro per svolgere l’incarico prima di Commissario europeo per gli affari economici e successivamente di Vicepresidente della Commissione Europea. Sia Stubb sia Katainen fanno parte del Partito di Coalizione Nazionale, il partito di centrodestra che ha vinto le elezioni parlamentari del 2011: nell’occasione, però, non ottenne abbastanza voti da formare un governo di centrodestra, e da allora in Finlandia è in carica un governo di coalizione (nella maggioranza c’è anche il partito socialdemocratico).

foto: Chung Sung-Jun/Getty Images