Sergio Mattarella ha giurato

È il nuovo presidente della Repubblica, ha tenuto un discorso molto applaudito in Parlamento: le foto e la cronaca della giornata

Alle 10 di oggi Sergio Mattarella ha giurato da presidente della Repubblica alla Camera dei Deputati, davanti al Parlamento in seduta comune che sabato scorso lo ha eletto al quarto scrutinio con 665 voti. Dopo il giuramento Mattarella ha tenuto un discorso di 30 minuti.

Come era inevitabile, il discorso è stato piuttosto generico, interrotto da continui e rituali applausi, e molto attento a non sovrapporsi alle prerogative del Parlamento e degli altri organi costituzionali. Mattarella ha detto di avvertire «la responsabilità di rappresentare l’unità nazionale» e ha poi ricordato che, ancora oggi, l’Italia deve confrontarsi con gli effetti della crisi economica con difficoltà che «sottraggono il futuro a tante ragazze e ragazzi». Ha detto che «occorre scongiurare che la crisi intacchi i nostri valori» compresi quelli dell’uguaglianza, sanciti dalla Costituzione. E ha parlato delle riforme della seconda parte della Costituzione: «Desidero esprimere l’auspicio che questo percorso sia portato a compimento con l’obiettivo di rendere più adeguata la nostra democrazia», aggiungendo anche: «Vi è la necessità di superare la logica della deroga costante alle forme ordinarie del processo legislativo, bilanciando l’esigenza di governo con il rispetto delle garanzie procedurali di una corretta dialettica parlamentare».

Mattarella ha ricordato che il presidente della Repubblica ha il compito di tutelare «l’unità nazionale» e che questo significa anche «ridare al Paese una visione di speranza». Ha parlato dell’immigrazione, della necessità di un’unione politica dell’Europa, delle riforme che governo e Parlamento stanno portando avanti e anche di diritti civili, facendo riferimento alla «libertà come pieno sviluppo dei diritti civili, nella sfera sociale come in quella economica, nella sfera personale e affettiva». Mattarella ha ricordato poi i problemi legati alla mancata parità di genere nella nostra società, la Resistenza e il «sacrificio di tanti» nelle due guerre mondiali. Si è soffermato sul tema della lotta alla mafia e al terrorismo, ricordando Stefano Gaj Taché, il bambino morto nell’attentato alla Sinagoga di Roma nel 1982 realizzato da un commando palestinese.

Il discorso di Mattarella è stato sostenuto da decine di applausi da parte dell’aula della Camera: ce n’è stato anche uno di incoraggiamento quando si è perso tra i fogli del suo discorso e ha dovuto interrompere la lettura per qualche secondo. Dopo il discorso Mattarella ha lasciato Montecitorio e ha raggiunto l’Altare della Patria per rendere omaggio al monumento del Milite ignoto. Infine, insieme al presidente del Consiglio Renzi, ha raggiunto il palazzo del Quirinale, dove si è tenuta una breve cerimonia di insediamento cui hanno partecipato le massime cariche dello stato e i leader di partito, compreso Silvio Berlusconi.

Mattarella è il dodicesimo presidente della Repubblica Italiana. Ha 73 anni e dal 2011 era giudice della Corte costituzionale. È stato deputato dal 1983 al 2008, prima per la Democrazia Cristina e successivamente per il Partito popolare italiano e per la Margherita. È stato diverse volte ministro e vicepresidente del Consiglio tra il 1998 e il 1999.

La cronaca di questa mattina:

em 3 Febbraio 201512:24

Con la breve cerimonia dell’insediamento del nuovo presidente della Repubblica si sono concluse le principali attività in programma per oggi per l’avvio della presidenza di Sergio Mattarella.

em 3 Febbraio 201512:23

Il saluto del presidente Mattarella alle alte cariche dello Stato.

em 3 Febbraio 201512:21

Mattarella: sento l’esigenza di recuperare il senso di unità del Paese, della convivenza e del saper vivere insieme.

em 3 Febbraio 201512:20

Mattarella: con il permesso di tutti mi soffermo per un saluto alla Corte costituzionale di cui ho fatto parte, ricordando il suo lavoro fondamentale di tutela per la nostra Costituzione.

em 3 Febbraio 201512:19

Grasso ha terminato e Mattarella ha iniziato il suo discorso: vorrei esprimere un ringraziamento sentito e sincero per il presidente Giorgio Napolitano, proprio in questa sede, che per nove anni ha retto questa funzione e ha svolto questo compito accettando con sacrificio personale di allungare di ulteriori due anni alla fine del primo settennato.

em 3 Febbraio 201512:17

Grasso ricorda la prima volta che incontrò da giovane Mattarella: mai avremmo potuto immaginare di finire qui, nei luoghi più importanti delle istituzioni. “Con amicizia e deferente rispetto le rivolgo a nome mio e degli italiani i più sinceri auguri.”

em 3 Febbraio 201512:14

Il presidente Mattarella sta entrando nella Sala dei corazzieri per la cerimonia di insediamento, e Pietro Grasso gli rivolge un saluto di rito. La sala è piena di rappresentanti delle istituzioni, leader di partito e funzionari.

em 3 Febbraio 201512:11

Sergio Mattarella finì sui giornali 25 anni fa per un episodio che coinvolse la nota cantante americana Madonna.

em 3 Febbraio 201511:56

Il colloquio tra Grasso e Mattarella sta terminando, tra poco il presidente della Repubblica raggiungerà la Sala dei corazzieri per terminare la cerimonia dell’insediamento al palazzo del Quirinale.

Nel frattempo è arrivato anche Silvio Berlusconi.

em 3 Febbraio 201511:46
em 3 Febbraio 201511:44

Le foto sulla giornata di Mattarella, man mano che arrivano.

 

em 3 Febbraio 201511:42
em 3 Febbraio 201511:31

Terminato l’incontro con Pietro Grasso, il presidente Mattarella raggiungerà la sala dove si terrà l’ultima parte della cerimonia del suo insediamento. 

em 3 Febbraio 201511:27

Pochi minuti fa.

em 3 Febbraio 201511:23

Tra gli invitati per la cerimonia di insediamento al Quirinale c’è anche Silvio Berlusconi: Mattarella lo ha invitato, come ha fatto con tutti i principali leader di partito, a prescindere dalla loro presenza o meno in Parlamento. L’invito ha riguardato anche Beppe Grillo, che però non è presente.

em 3 Febbraio 201511:17

Chi era Stefano Gaj Taché, citato da Mattarella nel suo discorso alla Camera. 

em 3 Febbraio 201511:16

Come si è arrivati all’elezione di Mattarella e qualche valutazione sulla sua scelta nell’editoriale del Post.

em 3 Febbraio 201511:14

Il presidente del Senato Pietro Grasso, che ha svolto le funzioni del presidente della Repubblica nel periodo intercorso tra le dimissioni di Napolitano e l’insediamento di Mattarella, sta accogliendo il nuovo presidente della Repubblica.

em 3 Febbraio 201511:11

Nel cortile del palazzo del Quirinale, gli onori al presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Sulla torretta del Quirinale è stata issata la bandiera del presidente, uguale a quella scelta e usata da Giorgio Napolitano.

em 3 Febbraio 201511:08

Mattarella ha raggiunto il palazzo del Quirinale, che sarà la sua residenza fino alla fine del suo mandato, che dura da Costituzione 7 anni.

em 3 Febbraio 201511:08
em 3 Febbraio 201510:59

Mattarella e Renzi raggiungeranno il palazzo del Quirinale a bordo della Lancia Flaminia presidenziale, scortati dai corazzieri a cavallo.

em 3 Febbraio 201510:57

Terminata la cerimonia al monumento del Milite ignoto, Mattarella ha ricevuto il saluto del sindaco di Roma Ignazio Marino, a nome di tutta la città.

em 3 Febbraio 201510:54

Il classico passaggio delle Frecce Tricolori sull’Altare della Patria. Sono dieci aerei, nove in formazione e uno che fa da solista: è la pattuglia acrobatica più numerosa del mondo.

em 3 Febbraio 201510:50

Mentre la banda militare suona “La canzone del Piave”, Mattarella sale i gradini dell’Altare della Patria per rendere omaggio al monumento del Milite ignoto.

em 3 Febbraio 201510:49

Il presidente emerito Napolitano ha definito quello di Mattarella un “discorso essenziale, non retorico”.

em 3 Febbraio 201510:47

Il presidente Mattarella è arrivato all’Altare della Patria con il presidente del Consiglio Renzi. Inno d’Italia.

em 3 Febbraio 201510:45

Il discorso integrale da poco pronunciato dal presidente Mattarella lo potete trovare qui.

em 3 Febbraio 201510:45
em 3 Febbraio 201510:42

Terminata la rassegna militare, Mattarella stava per entrare nell’auto di rappresentanza sbagliata. Il corteo è ora partito verso l’Altare della Patria.

em 3 Febbraio 201510:39

Lasciando la Camera, Mattarella ha scambiato qualche parola con il presidente del Consiglio Renzi.

em 3 Febbraio 201510:36

Le foto, arrivate fin qui, del giuramento di Mattarella.

em 3 Febbraio 201510:36

La seduta alla Camera si è conclusa, ora Mattarella ripartirà da Montecitorio per raggiungere l’Altare della Patria, dove renderà omaggio al monumento del Milite ignoto.

em 3 Febbraio 201510:31

Mattarella conclude con il classico “Viva la Repubblica. Viva l’Italia”. Segue un lungo applauso dell’aula di Montecitorio. Il discorso è durato circa 30 minuti.

em 3 Febbraio 201510:30

Mattarella: il volto della Repubblica per molti è quello che si presenta nella loro vita tutti i giorni dall’ospedale al museo.

em 3 Febbraio 201510:28

Mattarella ricorda i due fucilieri della Marina Latorre e Girone e il loro complicato caso giudiziario legato all’India.

em 3 Febbraio 201510:27

Mattarella ricorda che l’Europa dovrebbe però fare di più per gestire l’emergenza umanitaria dell’immigrazione verso il nostro paese e non solo.

em 3 Febbraio 201510:25

Mattarella: l’Unione Europea rappresenta una frontiera di speranza e la prospettiva di una vera unione politica va rilanciata senza indugio.

em 3 Febbraio 201510:24

Mattarella: per minacce globali servono risposte globali, i predicatori di odio utilizzano Internet e i mezzi di comunicazione più sofisticati che sfuggono alla semplice dimensione territoriale, per questo la comunità internazionale deve collaborare.

em 3 Febbraio 201510:23

Mattarella: il terrorismo internazionale ha lanciato la sua sfida sanguinosa facendo vittime innocenti, siamo inorriditi dalle decapitazioni e dai recenti fatti in Francia. Ricorda Stefano Gaj Taché, il bambino morto nell’attentato alla Sinagoga di Roma nel 1982 realizzato da un commando palestinese.

em 3 Febbraio 201510:20

Mattarella ricorda poi la lotta contro la mafia e la necessità di combattere la corruzione che “penalizza gli onesti e i capaci”, una “priorità assoluta” e cita Falcone e Borsellino.

Ringrazia poi papa Francesco per il saluto che gli ha indirizzato poco dopo l’elezione.

em 3 Febbraio 201510:19
em 3 Febbraio 201510:17

Mattarella ricorda la Resistenza “e il sacrificio di tanti”, segue un lungo applauso dell’aula.

em 3 Febbraio 201510:16

Mattarella: le donne non devono avere paura di violenze e discriminazioni.

em 3 Febbraio 201510:16

Mattarella: occorre garantire il diritto allo studio in una scuola moderna e in ambienti sicuri, significa garantire il diritto al futuro dei nostri ragazzi e di conseguenza il diritto al lavoro, promuovendo anche la ricerca e superando il divario digitale. Mattarella invita anche ad amare “i nostri tesori ambientali e artistici” e ricorda che bisogna “ripudiare la guerra”, come dice la Costituzione. Mattarella fu ministro della Difesa dopo la guerra in Kosovo.

em 3 Febbraio 201510:14

Mattarella invita poi “i giocatori” ad aiutare l’arbitro con la loro correttezza.

em 3 Febbraio 201510:13

Mattarella si impegna a essere un arbitro imparziale, perché “così deve essere”.

em 3 Febbraio 201510:12

Il discorso di Mattarella è interrotto da numerosi applausi, il passaggio sulle riforme era molto atteso.

em 3 Febbraio 201510:12

Mattarella: è significativo che il mio giuramento sia avvenuto mentre si sta compiendo un’incisiva riforma della Costituzione, non entro nel merito, ma auspico che il processo sia portato a compimento per rendere più adeguata la nostra democrazia.

em 3 Febbraio 201510:10
em 3 Febbraio 201510:09

Breve pausa nel discorso: Mattarella si era incartato con i fogli, l’aula lo ha incoraggiato con un applauso.

em 3 Febbraio 201510:08

Mattarella rivolge un saluto alle “numerose comunità di stranieri” nel nostro paese.

em 3 Febbraio 201510:07

Mattarella: “esistono energie nel nostro paese che attendono di esprimersi compiutamente”, dice facendo riferimento ai giovani in cerca di occupazione e alle imprese che cercano di competere all’estero. Ma anche alla pubblica amministrazione, che deve accogliere le nuove tecnologie e trasparenza, con coerenza nelle decisioni. “Parlare di unità nazionale significa ridare al Paese una visione di speranza.”

em 3 Febbraio 201510:06

Mattarella: occorre scongiurare che la crisi intacchi i nostri valori. Il presidente ha poi ricordato che la Repubblica deve rimuovere gli ostacoli che impediscono l’uguaglianza tra i suoi cittadini.

em 3 Febbraio 201510:04

Mattarella: avverto la responsabilità di rappresentare l’unità nazionale. Ha poi ricordato che l’Italia deve ancora confrontarsi con gli effetti della crisi economica, con difficoltà che “sottraggono il futuro a tante ragazze e ragazzi”.

em 3 Febbraio 201510:02

Mattarella rende omaggio alla Corte costituzionale e alla magistratura.

em 3 Febbraio 201510:01

Mattarella ha iniziato il suo discorso, ringraziando “tutti coloro che hanno preso parte al voto” e ha indirizzato un “saluto deferente” ai suoi predecessori: Carlo Azeglio Ciampi e Giorgio Napolitano. Lungo applauso dell’aula.

em 3 Febbraio 20159:59

Sergio Mattarella ha giurato da presidente della Repubblica.

em 3 Febbraio 20159:59

La presidente Boldrini ha aperto formalmente la seduta alla Camera e ha invitato Mattarella a prestare giuramento.

em 3 Febbraio 20159:57

Mattarella è entrato per la prima volta da presidente nell’aula di Montecitorio ed è stato accolto con un applauso molto lungo dei parlamentari.

em 3 Febbraio 20159:56

È terminato l’incontro privato tra Mattarella, Boldrini e Fedeli. Ora i tre entreranno nell’aula della Camera, dove si terrà il giuramento del nuovo presidente della Repubblica.

em 3 Febbraio 20159:53

Il presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano con Pier Ferdinando Casini.

em 3 Febbraio 20159:51
em 3 Febbraio 20159:49

E per gli appassionati del genere.

em 3 Febbraio 20159:48

Intanto l’aula della Camera si sta riempiendo, tra i banchi del governo ci sono tutti i principali ministri e naturalmente il presidente del Consiglio Renzi.

em 3 Febbraio 20159:47

La presidente della Camera, Laura Boldrini, il presidente Mattarella e la presidente pro tempore del Senato, Valeria Fedeli. I tre ora si incontrano privatamente per qualche minuto.

em 3 Febbraio 20159:45

Ad accogliere Mattarella c’era anche il presidente del Consiglio Matteo Renzi, si sono salutati molto cordialmente. È stato lo stesso Renzi a proporre Mattarella per il ruolo di presidente della Repubblica.

em 3 Febbraio 20159:43

Sergio Mattarella ha raggiunto il palazzo di Montecitorio, la sede della Camera dei Deputati ed è stato accolto dalle presidenti di Camera e Senato.

em 3 Febbraio 20159:42
em 3 Febbraio 20159:39

L’auto di Mattarella è scortata da numerose motociclette delle forze dell’ordine.

em 3 Febbraio 20159:35

Sotto la pioggia, è iniziato il corteo che scorterà Mattarella verso la Camera dei Deputati.

em 3 Febbraio 20159:33

Qui potete seguire in diretta streaming il giuramento di Mattarella.

em 3 Febbraio 20159:26

Beppe Grillo, leader del Movimento 5 Stelle, ha pubblicato una breve lettera indirizzata a Sergio Mattarella con cui fa gli auguri – a modo suo – al nuovo presidente della Repubblica.

Le invio questa lettera di auguri per il suo settennato.
Il primo augurio è quello di tutelare la Costituzione italiana
Il secondo augurio è di non firmare leggi palesemente incostituzionali proposte dal governo
Il terzo augurio è di promuovere con i mezzi a sua disposizione leggi per proteggere le fasce più deboli della popolazione alle quali ha voluto dedicare le sue prime parole: “Pensiero va alle speranze e alle difficoltà dei concittadini”
Il quarto augurio è di ribadire la posizione della Corte costituzionale, di cui lei ha fatto parte, sulla illegittimità dell’attuale legge elettorale
Il quinto augurio è di combattere, per quanto è nelle sue possibilità, il legame incestuoso che, sempre più, si palesa tra partiti e criminalità organizzata, in particolar modo nelle amministrazioni locali
Il sesto augurio è di ripristinare la centralità del Parlamento
Il settimo augurio è di esprimere la sua solidarietà in quanto capo dello Stato al pm di Palermo Nino Di Matteo che incontreremo la prossima settimana per esprimergli la nostra vicinanza come M5S
L’ottavo augurio è di promuovere un riordino del sistema informativo pubblico per un’informazione che sia indipendente e libera.
L’ultimo e nono augurio è di essere ricordato alla fine del suo settennato con la stima e l’entusiasmo che hanno accompagnato la sua elezione.
Le chiedo con questa lettera aperta anche un incontro per illustrarle di persona la posizione del M5S sui temi più importanti per il Paese, in particolare sull’introduzione del reddito di cittadinanza, e per ascoltare le sue valutazioni in merito.
Cordiali saluti
Beppe Grillo

em 3 Febbraio 20159:21

Dopo avere avviato la seduta, il presidente della Camera invita il presidente della Repubblica a giurare usando la formula prevista dall’articolo 91 della Costituzione:

Giuro di essere fedele alla Repubblica e di osservarne lealmente la Costituzione.

em 3 Febbraio 20159:12
em 3 Febbraio 20159:07

Lungo il tragitto del corteo presidenziale sono state assunte diverse misure di sicurezza, compresa la chiusura dei cestini dell’immondizia, nei quali potrebbero essere depositati materiali pericolosi o esplosivi.

em 3 Febbraio 20159:04

Mattarella sarà scortato poco prima delle 10 dal palazzo della Consulta fino a Montecitorio, la sede della Camera dei Deputati. Davanti all’ingresso sarà accolto dai presidenti di Camera e Senato, entrerà nell’aula e giurerà. A giuramento avvenuto, il cannone del Gianicolo sparerà 21 colpi a salve. Mattarella terrà poi un discorso e in seguito incontrerà brevemente Matteo Renzi, il presidente del Consiglio, per un saluto. Lasciata la Camera, Mattarella si recherà all’Altare della Patria per rendere omaggio al monumento del Milite ignoto e infine raggiungerà il Quirinale. (La mappa è parte di una infografica pubblicata sul sito del Corriere della Sera.)

em 3 Febbraio 20158:54

Lunedì, Mattarella ha incontrato brevemente il presidente emerito della Repubblica Giorgio Napolitano. Il sito del Quirinale ha pubblicato un video del loro incontro, a quanto pare molto cordiale.

In Italia ci sono due presidenti emeriti della Repubblica: Napolitano e Carlo Azeglio Ciampi.

em 3 Febbraio 20158:52

Quattro cose su Sergio Mattarella:

1. Sergio Mattarella è il dodicesimo Presidente dalla Repubblica italiana: è stato eletto dal Parlamento al quarto scrutinio con 665 voti, quasi i due terzi.

2. Sergio Mattarella ha 73 anni. Ne compirà 74 anni il 23 luglio, ne avrà 80 alla scadenza del suo mandato.

3. Sergio Mattarella è un giudice della Corte Costituzionale e un ex dirigente, parlamentare e ministro della Democrazia Cristiana e poi della Margherita, e ha partecipato alla scrittura del manifesto del Partito Democratico.

4. Sergio Mattarella era stato uno dei candidati più probabili alla presidenza della Repubblica già nel 2013, quando Pier Luigi Bersani lo propose a Silvio Berlusconi, che non lo appoggiò, e il PD scelse di candidare Franco Marini.

E qui ne trovate altre sette, abbondiamo.

em 3 Febbraio 20158:49

E buongiorno dalla redazione del Post, quando manca poco più di un’ora al giuramento di Sergio Mattarella. Per seguire gli aggiornamenti vi basta lasciare aperta una scheda del browser con questa pagina: le cose nuove compariranno da sole. Insomma, pensiamo a tutto noi.