• Sport
  • sabato 31 Gennaio 2015

Il record del pallone aerostatico Two Eagles

Ha attraversato il Pacifico, dal Giappone al Messico, battendo il precedente record di percorrenza e di durata del volo stabilito nel 1981

Sabato 31 gennaio il pallone aerostatico Two Eagles è atterrato a circa 6 chilometri al largo delle coste del Messico, dopo aver percorso un tragitto di 10.696 chilometri sopra l’Oceano Pacifico, ha detto il team che coordinava la missione. I membri dell’equipaggio, l’americano Troy Bradley e il russo Leonid Tiukhtyaev, erano partiti il 25 gennaio da Saga, in Giappone, e dovevano arrivare in Canada o negli Stati Uniti: a causa del tempo hanno dovuto però cambiare i programmi e atterrare in Messico. Il team Two Eagles ha detto che con una permanenza in volo complessiva di 160 ore e 38 minuti, la missione ha battuto il precedente record per quanto riguarda i palloni a gas (che non comprendono le mongolfiere, che sono riempite con aria calda), che era di 137 ore e 5 minuti ed era stato stabilito dal pallone Double Eagle V nel 1981, in quella che era stata la prima traversata oceanica di un pallone a gas. Anche per il tragitto percorso, Bradley e Tiukhtyaev hanno stabilito un record: nella stessa missione del 1981 erano stati fatti circa 8.300 chilometri, circa 2.400 chilometri in meno di quelli percorso da Two Eagles.

Il peso del pallone aerostatico Two Eagles, che è stato costruito con un composto di kevlar e carbonio, è di soli 100 chilogrammi. Il pallone, all’interno del quale c’è un abitacolo con un basso soffitto per l’equipaggio, è stato progettato per poter rimanere in volo dieci giorni. Prima che il record sia registrato ufficialmente passeranno probabilmente alcune settimane, dal momento che deve essere approvato dalla US National Aeronautic Association e dalla Federation Aeronautique Internationale.