Sergio Mattarella presidente della Repubblica

Con 665 voti – tantissimi – il Parlamento lo ha scelto come dodicesimo capo dello Stato: giurerà martedì alle 10

Sergio Mattarella è stato eletto presidente della Repubblica al quarto scrutinio con 665 voti, quasi i due terzi del totale. Mattarella sarà il dodicesimo presidente della Repubblica italiana, giurerà martedì alle 10. La candidatura di Mattarella è stata proposta dal Partito Democratico ed è stata sostenuta anche da SEL, Scelta Civica, NCD e gruppi minori. Forza Italia ha deciso di votare scheda bianca ma le schede bianche sono state meno dei grandi elettori su cui poteva contare: qualcuno ha votato Mattarella, se ne parlerà nei prossimi giorni. Ma la cosa di cui si parlerà di più è comprensibilmente il capolavoro politico di Matteo Renzi, che esce da questi giorni come il vero vincitore politico, privo oggi di rivali alla sua altezza.

Stefano Vizio 31 Gennaio 201513:52

Il nuovo presidente della Repubblica Sergio Mattarella al Palazzo della Consulta a Roma, sabato 31 gennaio. (FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Stefano Vizio 31 Gennaio 201513:32

Foto di abbracci e gente che applaude, dopo l’elezione di Sergio Mattarella.

Francesco Costa 31 Gennaio 201513:32

I dati completi dello scrutinio:

995 votanti
Sergio Mattarella 665
Ferdinando Imposimato 127
Vittorio Feltri 46
Stefano Rodotà 17
Emma Bonino 2
Antonio Martino 2
Giorgio Napolitano 2
Romano Prodi 2
Voti dispersi 14
Schede bianche 105
Schede nulle 13

Francesco Costa 31 Gennaio 201513:27

Ora è ufficiale: Sergio Mattarella è il nuovo presidente della Repubblica, eletto con 665 voti.

Luca Misculin 31 Gennaio 201513:20

Graziano Delrio abbraccia un uomo che potrebbe essere Renzi (dall’account Instagram di Filippo Sensi, capo ufficio stampa del PD)

Stefano Vizio 31 Gennaio 201513:20

L’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano applaude dopo l’elezione di Sergio Mattarella. (AP Photo/Andrew Medichini)

Francesco Costa 31 Gennaio 201513:16

La conta finale dei 991 voti, non ancora ufficiale:

– Sergio Mattarella 664
– Ferdinando Imposimato 127
– Vittorio Feltri 46
– Schede bianche 104

Stefano Vizio 31 Gennaio 201513:13

L’applauso del Parlamento dopo l’elezione di Sergio Mattarella. (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Francesco Costa 31 Gennaio 201513:10
Francesco Costa 31 Gennaio 201513:03
Luca Misculin 31 Gennaio 201513:02
Luca Misculin 31 Gennaio 201513:00
Francesco Costa 31 Gennaio 201512:59

Sergio Mattarella è stato eletto presidente della Repubblica. Scrutinio ancora in corso.

Francesco Costa 31 Gennaio 201512:56

Un voto per Casini.

Francesco Costa 31 Gennaio 201512:53

Un voto anche per Razzi. Che dobbiamo fare.

Stefano Vizio 31 Gennaio 201512:48

Un’altra foto condivisa su Instagram da Filippo Sensi, con Matteo Renzi e l’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Stefano Vizio 31 Gennaio 201512:44

La presidente della Camera Laura Boldrini legge le schede durante lo spoglio. (AP Photo/Andrew Medichini)

Francesco Costa 31 Gennaio 201512:43

Un voto anche per il generale Luigi Ramponi e per Denis Verdini.

Francesco Costa 31 Gennaio 201512:41

La sensazione di addetti ai lavori e contatori di voti professionisti è che Sergio Mattarella possa andare vicino ai due terzi dei voti.

Francesco Costa 31 Gennaio 201512:37
Francesco Costa 31 Gennaio 201512:36
Stefano Vizio 31 Gennaio 201512:35

Il capo dell’ufficio stampa del PD Filippo Sensi ha condiviso su Instagram questa foto: “Durante lo spoglio #cosediquirinale”

Francesco Costa 31 Gennaio 201512:32
Francesco Costa 31 Gennaio 201512:31

Un voto per Pier Luigi Bersani.

Francesco Costa 31 Gennaio 201512:29

C’è un voto per Roby Facchinetti dei Pooh.

Francesco Costa 31 Gennaio 201512:27
Francesco Costa 31 Gennaio 201512:26

Un voto per Walter Veltroni.

Stefano Vizio 31 Gennaio 201512:24

Francesco Costa 31 Gennaio 201512:24

Scrutinio in corso.

Francesco Costa 31 Gennaio 201512:19

È finito il quarto scrutinio per l’elezione del presidente della Repubblica. Tra poco si contano i voti.

Francesco Costa 31 Gennaio 201512:18

Ivan Scalfarotto, sottosegretario alle Riforme e blogger del Post, dice che per il giuramento di Sergio Mattarella bisognerà probabilmente aspettare martedì.

Francesco Costa 31 Gennaio 201512:12

Voto quasi concluso: stanno votando i delegati regionali.

Francesco Costa 31 Gennaio 201512:09

Il senatore del PD Marco Filippi ha cancellato il tweet in cui mostrava la foto che ha scattato alla scheda elettorale. 

Stefano Vizio 31 Gennaio 201512:07

Il ministro per le Riforme Costituzionali e per i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi. (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Francesco Costa 31 Gennaio 201512:07

Per il giuramento di Sergio Mattarella si parla di lunedì o martedì.

Stefano Vizio 31 Gennaio 201512:00

Il senatore Altero Matteoli di Forza Italia guarda una una vignetta con Renzi, Berlusconi e un mattarello. (Fabio Cimaglia / LaPresse)

Francesco Costa 31 Gennaio 201511:59

Anche un senatore della Lega Nord fotografa la scheda elettorale.

Luca Misculin 31 Gennaio 201511:42

Mattarella abita nella foresteria dei giudici della Corte Costituzionale, a Roma, a poche centinaia di metri dal colle del Quirinale.

Stefano Vizio 31 Gennaio 201511:41

Francesco Costa 31 Gennaio 201511:33

L’articolo su Sergio Mattarella e l’uranio impoverito rilanciato ieri da Beppe Grillo è basato su informazioni apertamente false e incomplete: lo spiega tra gli altri oggi il Fatto Quotidiano.

La frecciata a Sergio Mattarella sull’uranio impoverito, lanciata dal blog di Grillo, non trova riscontri nelle dichiarazioni pubbliche dell’allora ministro della Difesa. Nel post di Lorenzo Sani, inviato del Resto del Carlino, si sostiene che nel 2000-2001 Mattarella negava con ostinazione sia l’uso di munizioni all’uranio impoverito da parte della Nato in Bosnia e Kosovo che il possibile legame tra l’uso massiccio di questi proiettili e l’insorgere di leucemie e linfomi tra i militari italiani che erano stati in missione nei Balcani.

Luca Misculin 31 Gennaio 201511:32
Luca Misculin 31 Gennaio 201511:26

Un famoso pronostico di Brunetta, mentre a La7 dice che Renzi non durerà fino alla fine della legislatura.

Luca Misculin 31 Gennaio 201511:24

Intanto, Renzi è arrivato alla Camera.

Stefano Vizio 31 Gennaio 201511:23

Il ministro dell’Interno Angelino Alfano. (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Stefano Vizio 31 Gennaio 201511:20
Francesco Costa 31 Gennaio 201511:19

Ora le dimissioni di Maurizio Sacconi da capogruppo di NCD sono ufficiali: Alfano ha già detto che non hanno niente a che fare con la questione Mattarella, poi va’ a sapere.

Stefano Vizio 31 Gennaio 201511:13

Alcune foto scattate oggi alla Camera.

Luca Misculin 31 Gennaio 201511:09

Intermezzo lessicale: come spiega il sito dell’Enciclopedia Treccani, l’espressione “franco tiratore” – utilizzata per definire un politico che vota in modo diverso da quanto concordato all’interno del proprio partito – è un prestito dalla lingua francese. I Franc-tireurs erano una milizia volontaria di guerriglieri francesi in azione fra il Settecento e l’Ottocento. L’espressione ha iniziato a circolare in ambito giornalistico italiano negli anni Cinquanta, in un’accezione più vicina a quella di “cecchino”.

Francesco Costa 31 Gennaio 201511:08

Dice La7 che la deputata Barbara Saltamartini si è dimessa da portavoce di NCD e non voterà Sergio Mattarella bensì scheda bianca.

Francesco Costa 31 Gennaio 201511:01

Dice Gianni Cuperlo, sentito da Mattia Feltri: «Oggi è finito il PCI, ed è finita Forza Italia. La contrapposizione non poteva che spegnersi con conseguenze identiche».

Francesco Costa 31 Gennaio 201510:59
Luca Misculin 31 Gennaio 201510:49

Per conservare un ricordo della giornata.

Stefano Vizio 31 Gennaio 201510:47

La senatrice del PD Anna Finocchiaro. (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Francesco Costa 31 Gennaio 201510:47

Angelino Alfano dice che le dimissioni di Maurizio Sacconi da capogruppo NCD non hanno niente a che vedere con la questione Mattarella: «Io e Sacconi siamo fraternamente legati» e le dimissioni di Sacconi hanno a che fare, secondo Alfano, con una complessiva riorganizzazione dei gruppi parlamentari di NCD-UdC.

Francesco Costa 31 Gennaio 201510:45

Angelino Alfano dice a La7 che votando scheda bianca NCD avrebbe «sacrificato» Mattarella in nome di un’obiezione sul metodo scelto da Renzi, e non sarebbe stato il caso. E dice che le posizioni con Forza Italia non sono così distanti, e anzi hanno «ripristinato un filo di rapporto»: «noi parliamo bene di Mattarella e votiamo Mattarella, loro parlano bene di Mattarella e votano scheda bianca».

Luca Misculin 31 Gennaio 201510:38

Come già alcuni parlamentari del Movimento 5 Stelle nei giorni scorsi, anche un senatore del Partito Democratico ha fatto la foto alla propria scheda e l’ha pubblicata su Twitter.

Luca Misculin 31 Gennaio 201510:30

Contrariamente alle notizie che circolavano prima, Renzi ha detto a La7 che non chiederà ai grandi elettori del PD di “marcare” il proprio voto in modo riconoscibile (un metodo utilizzato per capire da chi sono mancati i voti).

Stefano Vizio 31 Gennaio 201510:29

Il senatore a vita Mario Monti. (AP Photo/Andrew Medichini)

Luca Misculin 31 Gennaio 201510:23
Stefano Vizio 31 Gennaio 201510:21

La presidente della Camera Laura Boldrini e la presidente pro tempore del Senato Valeria Fedeli. (ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Francesco Costa 31 Gennaio 201510:21

Si possono avere molte opinioni diverse ma la lettura secondo cui Renzi esca sconfitto dall’eventuale elezione di Mattarella è piuttosto singolare.

Francesco Costa 31 Gennaio 201510:18

Finita la prima chiama dei senatori, comincia la seconda.

Francesco Costa 31 Gennaio 201510:18

Mattia Feltri della Stampa è alla Camera e ha raccolto un paio di battute da Roberto Calderoli. «Mi dispiace aver sbagliato la previsione su Alfano: ho detto che avrebbe resistito tre o quattro minuti, invece ha resistito tre o quattro ore». E poi: «Se Mattarella supera i 600 voti, Forza Italia è fi-ni-ta».

Francesco Costa 31 Gennaio 201510:14

Daniele Capezzone, da aggiungere alla lista di quelli che chiedono o prevedono un “chiarimento” dentro Forza Italia.

Luca Misculin 31 Gennaio 201510:09

Giorgio Napolitano su Mattarella, poco fa: «lo conosco sul piano dell’assoluta lealtà e correttezza, sensibilità e competenza istituzionale e certamente dell’imparzialità. Caratteristiche importantissime per disegnare la figura del capo dello Stato».

Francesco Costa 31 Gennaio 201510:08
Stefano Vizio 31 Gennaio 201510:08

L’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano durante la quarta votazione.

Francesco Costa 31 Gennaio 201510:03

Mentana a Bersani: «Lei è sicuramente una delle figure più simpatiche del Parlamento».

Francesco Costa 31 Gennaio 201510:01

Risposta a una domanda che si fanno in molti: cosa succederà, concretamente, dal momento in cui Sergio Mattarella dovesse essere eletto al quarto scrutinio. Lo spiega, tra gli altri, Filippo Ceccarelli su Repubblica di oggi.

Sergio Mattarella potrebbe attendere i risultati nel Palazzo della Consulta, dove in questi giorni è stata approntata una sala ad hoc, ma anche alla Camera non mancano spazi in cui vivere questo delicato passaggio. In aula, Laura Boldrini proclama l’elezione e annuncia che la lunghissima seduta, contraddistinta da oggetti simbolici dai nomi abbastanza evocativi — l’«insalatiera», i «catafalchi » — è chiusa. Tocca a lei, insieme con la vicepresidente del Senato Fedeli (il presidente Grasso svolge il ruolo di Supplente) e i Segretari generali delle due Camere, comunicare l’esito delle votazioni all’eletto, recandogli anche una copia del verbale di seduta.

Da questo punto in poi il cerimoniale è stabilito dalle consuetudini, ma anche variabile nelle sue forme. Lo delinea, più che disciplinarlo, un leggendario «Libro dei cento», una nota lunga cento righe che risalirebbe al 1948 e di cui si trova traccia in alcuni testi, al quale comunque si sovrappone con minime differenze un promemoria redatto in occasione dell’elezione di Saragat (1964).

L’elezione, in ogni caso, non basta a fare il presidente. Serve il giuramento, che avviene sempre in seduta comune, di solito in un’altra giornata. Perciò la mattina una automobile del Quirinale, che può essere la famosa Flaminia decappottabile (le controindicazioni sono di ordine meteorologico e di sicurezza) con a bordo il Segretario Generale va a prendere il neo eletto e lo conduce alla Camera, dove sul portone è accolto dalla presidente e dalla vicepresidente del Senato. Sulla piazza picchetti militari presentano l’onore delle armi. Dentro, i commessi schierati in alta uniforme con catenella e medaglione. E’ previsto anche un breve momento di contatto con gli operatori dell’informazione: nel tempo delle visioni a distanza non c’è rito che possa farne a meno.

Luca Misculin 31 Gennaio 20159:58
Francesco Costa 31 Gennaio 20159:56

Dunque: dopo una giornata di liti e lacerazioni varie, Forza Italia ha deciso di votare scheda bianca. Ieri si era parlato per molto della possibilità che Forza Italia uscisse invece dall’aula, rinunciando a votare. Cosa c’è in ballo: secondo molti retroscenisti e analisti la minoranza di Forza Italia – i cosiddetti fittiani – potrebbero approfittare del voto segreto per votare Mattarella, pur di mettere in difficoltà e in isolamento Berlusconi.

Francesco Costa 31 Gennaio 20159:48

Dentro Forza Italia non hanno preso bene la decisione di NCD di votare Mattarella.

Luca Misculin 31 Gennaio 20159:47
Luca Misculin 31 Gennaio 20159:38

Un senatore del Movimento 5 Stelle suggerisce che tutto il gruppo potrebbe votare – di nuovo – Ferdinando Imposimato, il primo classificato al sondaggio effettuato nei giorni scorsi sul blog di Beppe Grillo.

Francesco Costa 31 Gennaio 20159:37

È iniziata la prima chiama del quarto scrutinio.

Francesco Costa 31 Gennaio 20159:34

Corrado Passera ha scelto la giornata di oggi per presentare il suo nuovo partito. Oggi.

Luca Misculin 31 Gennaio 20159:31

Un po’ di conti: chi dovrebbe votare cosa, allo scrutinio che inizia fra poco.

PD, SEL, Scelta Civica, UDC e NCD e alcuni gruppi minori dovrebbero votare Sergio Mattarella, che in tutto dovrebbe raccogliere circa 600 voti.

Forza Italia dovrebbe votare scheda bianca.

• Il Movimento 5 Stelle ha fatto sapere che non voterà Mattarella.

• Non è chiaro se la Lega Nord e Fratelli d’Italia, che ai primi tre scrutini hanno votato Vittorio Feltri, troveranno un altro candidato comune o continueranno a votare Feltri.

Luca Misculin 31 Gennaio 20159:23

Stamattina quasi tutti i quotidiani hanno aperto esprimendo una certa sicurezza per l’elezione di Mattarella (qui le altre prime pagine).

Ilpost 31 Gennaio 20159:14

Stamattina è molto ripresa sui social network questa foto di Sergio Mattarella e di sua cognata con il corpo del fratello Piersanti Mattarella subito dopo l’attentato in cui la mafia lo uccise nel 1980. La foto è di Letizia Battaglia – Piersanti Mattarella in quei momenti era ancora vivo – ed è stata pubblicata da Repubblica.

Francesco Costa 31 Gennaio 20159:13

Con i voti di Area Popolare, che sono circa 70, i voti per Sergio Mattarella sembrano essere molti di più di quelli richiesti: circa 600, sulla carta.

Francesco Costa 31 Gennaio 20159:09

Numeri e regole del gioco, per cominciare: servono 505 voti al quarto scrutinio per eleggere il presidente della Repubblica. Si vota con voto segreto, naturalmente. Se anche il quarto scrutinio dovesse andare a vuoto, si andrebbe a un quinto voto probabilmente già oggi pomeriggio.

Luca Misculin 31 Gennaio 20159:08

Stamattina si è tenuta la riunione dei grandi elettori di Area Popolare, il gruppo di cui fanno parte l’UDC e l’NCD, di cui è segretario Angelino Alfano. Secondo quanto ricostruito da diversi giornali, anche Area Popolare voterà Mattarella nella votazione che comincerà alle 9.30, cosa che fino a ieri non era chiara.