• Sport
  • domenica 21 dicembre 2014

Il Real Madrid è campione del mondo

Ha battuto il San Lorenzo nella finale del Mondiale per club per 2-0: è la 22esima vittoria consecutiva della stagione

Ieri sera il Real Madrid, una delle più forti squadre di calcio d’Europa, ha vinto il Mondiale per club battendo 2-0 gli argentini del San Lorenzo, con un gol di Sergio Ramos e uno di Gareth Bale. La partita si è giocata a Marrakech, in Marocco. Nella finale per il terzo posto, invece, l’Auckland City ha battuto ai rigori il Cruz Azul per 5-3. Il Real Madrid ha avuto qualche difficoltà con il San Lorenzo – che è campione in carica della Coppa Libertadores – solo per la prima mezz’ora, per poi segnare due gol fra la fine del primo tempo e l’inizio del secondo. Il primo gol è stato segnato da Ramos di testa, su calcio d’angolo battuto da Toni Kroos. Il secondo si è sviluppato da un debole tiro di Bale non trattenuto dal portiere del San Lorenzo, Sebastián Torrico. Quella di ieri è stata la 22esima vittoria consecutiva del Real Madrid in stagione, tenendo conto di tutte le competizioni a cui partecipa.

È il primo Mondiale per club vinto dal Real Madrid, che ha partecipato al torneo in quanto vincitore dell’ultima edizione della Champions League. Al Mondiale per club partecipano infatti sette squadre: le vincitrici delle sei principali competizioni continentali per club nella stagione precedente più la vincitrice del campionato della nazione ospitante: fino al 2005 il trofeo era noto come Coppa Intercontinentale, e il Real Madrid l’aveva già vinta tre volte, l’ultima delle quali nel 2002. In tutto, è il diciottesimo trofeo internazionale vinto dal Real Madrid nella sua storia: finora, avevano ottenuto lo stesso numero di trofei internazionali solo Boca Juniors e Milan.

Il Real Madrid è attualmente primo nella Liga e a detta di molti, assieme al Bayern Monaco allenato da Pep Guardiola, è la squadra più forte al mondo. Dalla scorsa stagione è allenato dall’italiano Carlo Ancelotti: con lui, la squadra è molto più solida ed efficace di quanto fosse stata negli anni precedenti, e il sistema di gioco adottato (un 4-3-3 molto ordinato) permette di far giocare 4-5 giocatori molto offensivi contemporaneamente (ieri, in campo dall’inizio, oltre a Bale c’erano Cristiano Ronaldo, Isco, Karim Benzema e James Rodríguez). Con questo sistema, il Real Madrid ha segnato dall’inizio della Liga 55 gol in 15 partite, quasi quattro a partita (per capirci, la Juventus prima in Serie A ne ha segnato 34 in 16 partite, il Chelsea primo classificato in Premier League 36). Agli ottavi di finale di Champions, che si disputeranno a febbraio, il Real Madrid è stato sorteggiato contro lo Schalke 04.

Mostra commenti ( )