• Cultura
  • Questo articolo ha più di sette anni

Le migliori copertine di dischi del 2014, secondo Pitchfork

Ci sono quelli di St. Vincent, FKA twigs e Sharon Van Etten, tra i venti dischi scelti dalla rivista statunitense per l'efficacia delle immagini in copertina

Pitchfork, una delle più note riviste americane online di musica, ha messo insieme quelle che ritiene essere le migliori copertine di dischi tra quelli usciti nel 2014. Il criterio utilizzato non teneva tanto conto della bellezza delle copertine quanto piuttosto della loro capacità di evocare “l’ecosistema estetico” del disco. Sebbene i musicisti siano sempre più impegnati nella ricerca di tecniche e strumenti non tradizionali per promuovere la vendita dei loro lavori, scrive Pitchfork che le copertine continuano a esercitare un certo potere di suggestione: si tratta di immagini che oggi circolano – oltre che su dischi e compact disc, per chi ancora li compra – nelle librerie iTunes e, in genere, sugli schermi di smartphone e altri dispositivi portatili.

Pitchfork è uno dei giornali di musica più seguiti e apprezzati in circolazione, soprattutto negli Stati Uniti: si occupa in particolare delle produzioni di etichette discografiche minori ed è da tempo ritenuto tra i responsabili del successo di gruppi musicali come Arcade Fire, Clap Your Hands Say Yeah e Vampire Weekend.