• Mondo
  • venerdì 24 Ottobre 2014

Dove si fanno le tute contro ebola

Le foto delle operaie che confezionano gli indumenti protettivi in una fabbrica di Anqiu, in Cina; il fatturato dell'azienda è cresciuto del 300 per cento

Johannes Eisele – fotografo tedesco di Agence France Presse che si occupa di Asia e in particolare di Cina – è andato a Anqiu, a circa 550 chilometri a sud-est di Pechino, per fotografare una fabbrica di Lakeland Industries dove vengono prodotte le tute protettive contro il virus ebola. Lakeland Industries è un’azienda statunitense fondata nel 1986 che produce indumenti e accessori protettivi per gli operai dell’industria siderurgica, petrolchimica, farmaceutica, per i vigili del fuoco e i medici di laboratori e ospedali. Nell’ultimo periodo è diventata uno dei principali fornitori di tute contro l’ebola, che sono state ordinate da numerose organizzazioni non governative e dallo stesso governo degli Stati Uniti, che ne ha richieste almeno 160 mila. Nelle ultime ore, dopo le voci – poi confermate – sul primo caso di ebola a New York, il valore delle azioni dell’azienda è cresciuto del 16 per cento. Dal primo al 13 ottobre, le azioni di Lakeland Industries sono aumentate del 300 per cento.