• Italia
  • mercoledì 20 Agosto 2014

Le foto di Matteo Renzi in Iraq

Ha incontrato le principali cariche dello stato irachene e curde, e ribadito l'impegno dell'Italia e dell'Europa a difendere il paese dall'avanzata dello Stato Islamico

Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, è andato in Iraq per incontrare le più alte cariche dello stato e discutere della preoccupante avanzata dei miliziani dello Stato Islamico. A Baghdad ha incontrato il presidente Fuad Masum, il primo ministro uscente Nouri al-Maliki e il primo ministro incaricato Haider al-Abadi, mentre a Erbil – capitale del Kurdistan iracheno – ha incontrato il presidente del governo regionale curdo Mas’ud Barzani e il primo ministro curdo Nechervan Barzani. Riferendosi alla presidenza italiana dell’Unione Europea per il semestre in corso, Renzi ha anche detto: «Se qualcuno pensasse che davanti ai massacri l’Europa volta le spalle e pensa solo allo spread, beh, quel qualcuno ha sbagliato previsione. Oppure ha sbagliato semestre». Renzi ha aggiunto che «l’Europa deve essere nei posti come in Iraq dove la democrazia è messa in pericolo».

Nel frattempo le commissioni Esteri e Difesa del Senato e della Camera hanno approvato l’invio di armi ai soldati curdi per contrastare lo Stato Islamico: rispettivamente con 27 voti a favore e 4 contrari, e con 56 favorevoli e 13 contrari. Oggi in Iraq è arrivato anche il sesto aereo di aiuti umanitari inviato dall’Italia.

La dedica di Matteo Renzi sul libro degli ospiti del palazzo presidenziale di Erbil, pubblicata su Instagram dal suo collaboratore Filippo Sensi