• Mondo
  • sabato 2 Agosto 2014

Le prove di Brown Moses sull’abbattimento del volo MH17

Il noto blogger e analista britannico mostra come poco prima dell'abbattimento del volo MH17 un lanciamissili BUK si trovava nella zona di Grabovo, in Ucraina orientale

Giovedì 17 luglio il volo MH17 della Malaysia Airlines è stato abbattuto sopra l’Ucraina orientale causando la morte di tutti i 298 passeggeri a bordo. Il governo ucraino e quello americano hanno accusato dell’abbattimento i ribelli filo-russi che controllano la zona. Secondo queste accuse, l’MH17 sarebbe stato scambiato per un aereo militare ucraino e quindi abbattuto con un missile BUK, un tipo di equipaggiamento che i ribelli potrebbero aver catturato all’esercito ucraino, o che potrebbero aver ricevuto dalla Russia.

Venerdì primo luglio il giornalista ed esperto di armi Elliot Higgins, più noto con lo pseudonimo Brown Moses, ha pubblicato un lungo articolo su The Daily Beast in cui ha raccolto una serie di prove che dimostrano che il 17 luglio, proprio nell’area sorvolata dal volo MH17, era presente un lanciamissili BUK manovrato da soldati ribelli. Higgins è diventato famoso grazie al suo blog (che ha sospeso le pubblicazioni in attesa dell’apertura di un nuovo sito). Si è occupato a lungo di Siria e armi chimiche basando spesso il suo lavoro sull’analisi dei video e delle fotografie reperibili su internet, ed è stato citato più volte in articoli di grandi giornali internazionali, come il New York Times, e in rapporti di organizzazioni internazionali non governative.

La prima prova presentata da Higgins è una foto, trovata dal giornale francese Paris Match, che mostra un lanciamissili BUK mentre viene trasportato dalla città di Donetsk verso est la mattina del 17 luglio, cioè lo stesso giorno dell’abbattimento del volo MH17. Il camion, secondo le indagini del giornale, appartiene a una compagnia di trasporti locale ma era stato sequestrato in precedenza dai ribelli filo-russi che controllano Donetsk.

1406906209892.cached

Intorno alle 11.30 lo stesso camion è stato ripreso mentre attraversava Zuhres, una cittadina a circa 35 chilometri da Donetsk e a circa 40 chilometri da Grabovo, dove è precipitato il volo MH17.

Circa un’ora dopo il lanciamissili, sempre sul camion, viene ripreso in un’altra città a poca distanza da Zuhres.

1406906168718.cached

Alle 13.30 di pomeriggio per la prima volta si vede il BUK in viaggio sui suoi cingoli e non più sul camion, vicino alla cittadina di Snizhne, a circa 25 chilometri da Grabovo.

1406906159448.cached

Ma il video più interessante è quello girato alcune ore dopo a Luhansk, 70 chilometri da Snizhne. In quest’ultimo video si vede il BUK di nuovo a bordo del camion su cui si trovava la mattina. Dal mezzo manca la rete mimetica che lo proteggeva poche ore prima e, soprattutto, manca uno dei quattro missili.