Che cosa sappiamo dell’aereo abbattuto

In una riunione di emergenza, il Consiglio di Sicurezza dell’ONU a New York ha concordato sulla necessità di avviare un’indagine internazionale e indipendente su quanto accaduto al volo MH17, precipitato in Ucraina dell’est giovedì 17 luglio. Il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, ha confermato nel pomeriggio le ipotesi prevalenti da ieri: ha detto che all’intelligence americana risulta che l’aereo sia stato abbattuto da un missile terra-aria lanciato dalla regione ucraina in mano ai separatisti filo-russi, ma non si sa ancora chi lo abbia lanciato e se abbia colpito l’aereo civile volutamente o per sbaglio.

Nella giornata di venerdì 18, intanto, sono proseguiti i lavori di ricerca e recupero dei corpi dei passeggeri nella zona in cui è caduto l’aereo: hanno portato al ritrovamento di 181 passeggeri. Le autorità ucraine segnalano però difficoltà nell’organizzare le ricerche perché nell’area sono attivi diversi gruppi armati di separatisti filorussi. Sul posto sono arrivati 20 osservatori dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) che potranno iniziare a fare qualche verifica sui rottami dell’aereo, compatibilmente alla disponibilità dei miliziani nella zona.

La compagnia aerea Malaysia Airlines ha aggiornato più volte l’elenco dei passeggeri a bordo del volo MH17: erano in 298 provenienti da diversi paesi.

Paesi Bassi – 189
Malesia – 44
Australia – 27
Indonesia – 12
Regno Unito – 9
Germania – 4
Belgio – 4
Filippine – 3
Canada – 1
Nuova Zelanda – 1

Le quattro persone che ancora mancano sono oggetto di ulteriori verifiche da parte della compagnia aerea. Almeno una di queste proveniva dagli Stati Uniti, almeno stando a quanto annunciato oggi da Obama, che ha parlato di un cittadino statunitense fra i morti del volo MH17.

Decine di persone, alcune fonti parlano di un centinaio (sbagliando, erano in effetti una decina, correzione successiva), erano partite da Amsterdam con il volo MH17 per raggiungere Kuala Lumpur e da lì proseguire verso Melbourne in Australia per partecipare a una conferenza internazionale sull’AIDS. Erano ricercatori, studiosi e attivisti che da anni si occupavano della malattia e dello studio di nuove cure per trattare le infezioni da virus HIV, che causa l’AIDS. Nelle cose scritte per ricordarli, i loro colleghi parlano di una “perdita enorme” per la ricerca per sconfiggere l’AIDS.

Per tutta la giornata sono circolate notizie circa il ritrovamento della scatola nera dell’aereo, prima da parte dei separatisti poi da parte delle autorità ucraine. Conferme ufficiali non sono ancora arrivate, ma diversi paesi a partire dalla Malesia hanno chiesto che le indagini e le verifiche sui registratori di bordo siano realizzate con la massima trasparenza e nell’ambito dell’indagine internazionale sull’incidente.

Separatisti e autorità ucraine continuano ad accusarsi a vicenda sull’abbattimento del volo MH17. Il governo ucraino accusa i filorussi di avere usato un lanciamissili per abbattere l’aeroplano, ma i separatisti hanno risposto alle accuse dicendo di non avere le strumentazioni necessarie per fare qualcosa del genere. Nei giorni scorsi erano tuttavia circolate fotografie di sistemi lanciamissili russi in mano ai separatisti. Ha fatto riferimento a queste evidenze anche l’ambasciatrice degli Stati Uniti alle Nazioni Unite, Samantha Power, ricordando che diverse circostanze sembrano indicare una responsabilità dei separatisti filorussi nell’abbattimento dell’aeroplano. La Cina ha inviato il Consiglio a non arrivare a conclusioni azzardate prima della raccolta delle prove grazie all’annunciata indagine.

A Luhansk, città dell’Ucraina orientale da tempo sotto il controllo dei separatisti filorussi, sono mancate elettricità e acqua per diverse ore e alcuni corrispondenti hanno parlato di una raffineria nella zona in fiamme. Sono circolate anche notizie su combattimenti, difficili da confermare.

em 18 Luglio 201417:29

Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, riunito a New York, ha concordato sulla necessità di organizzare un’indagine internazionale e indipendente per verificare le cause che hanno portato all’incidente del volo MH17.

em 18 Luglio 201417:23

Al Consiglio di Sicurezza dell’ONU, riunito per un incontro di emergenza, sta parlando l’ambasciatore della Russia Vitaly Churkin, potete seguire il suo intervento qui. Dice che la Russia è d’accordo con una indagine internazionale indipendente su quanto accaduto in Ucraina dell’est.

em 18 Luglio 201417:19

Parte della coda del Boeing 777-200 di Malaysia Airlines.

em 18 Luglio 201417:17

Harriet Salem, che scrive per il Guardian e che si trova a Grabovo, dice che nella zona sono arrivati 20 osservatori dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) per le prime indagini intorno ai rottami del volo MH17. I gruppi armati dei separatisti nella zona prima di collaborare hanno detto di dovere sentire i loro superiori.

em 18 Luglio 201417:12

Su Vox segnalano che nel volo MH17 è morta una percentuale più alta di olandesi rispetto alla percentuale di statunitensi morti negli attacchi terroristici dell’11 settembre 2001. Il dato può essere utile per comprendere meglio la portata dell’incidente per i Paesi Bassi, benché si tratti di due tragedie di dimensioni e con cause molto diverse.

em 18 Luglio 201417:03

Intanto prosegue la riunione del Consiglio di Sicurezza dell’ONU. L’ambasciatore cinese presso le Nazioni Unite, Liu Jieyi, ha chiesto che non si arrivi a “conclusioni affrettate” e che si attendano le conclusioni dell’indagine internazionale su quanto accaduto al volo MH17. Ora sta parlando l’ambasciatore francese.

em 18 Luglio 201416:56

Sul volo MH17 c’erano anche due cani, 4 piccioni e altri 5 uccelli, si legge nel documento del carico dell’aeroplano diffuso da Malaysia Airlines.

em 18 Luglio 201416:45

Il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha da poco diffuso un comunicato sul volo MH17.

Ho accolto con costernazione e profondo dolore la notizia del tragico disastro aereo avvenuto ieri nei cieli dell’Ucraina, determinando la perdita di tante vite umane innocenti. In questo momento di lutto, a nome dell’intero popolo italiano, porgo alle famiglie delle vittime di ogni nazionalità l’espressione del più sentito e partecipe cordoglio. L’Italia è vicina a quanti sono stati colpiti dalla terribile sciagura, nella speranza che attraverso un convinto, leale e trasparente sforzo di collaborazione tra tutte le parti coinvolte, possa essere al più presto fatta piena luce sull’accaduto”.

em 18 Luglio 201416:40

Power: i responsabili dell’incidente al volo MH17 devono rispondere delle loro azioni e nessuno stato membro dell’ONU dovrà dar loro riparo; questa guerra può finire e la Russia deve farla finire.

em 18 Luglio 201416:36

Power: è possibile che MH17 sia stato abbattuto da un lanciamissili SA-11 (Buk) utilizzato nella zona dell’Ucraina dell’est sotto controllo dei separatisti filorussi.

em 18 Luglio 201416:33

Power: gli Stati Uniti chiedono alla Russia di assicurarsi che i separatisti restituiscano tutto il materiale dell’aeroplano che hanno raccolto, per facilitare l’indagine internazionale su che cosa è accaduto al volo MH17.

em 18 Luglio 201416:32

“È improbabile che i separatisti abbiano utilizzato un lanciamissili senza l’assistenza di qualcuno esperto” ha detto Samantha Power, la rappresentante degli USA al Consiglio di Sicurezza dell’ONU, ricordando che nelle scorse settimane i separatisti filorussi avevano rivendicato l’abbattimento di elicotteri e caccia militari.

em 18 Luglio 201416:29

“Non ci fermeremo fino a quando non avremo scoperto che cosa è successo” ha promesso, ai familiari dei passeggeri morti nel volo MH17, la rappresentante degli Stati Uniti presso il Consiglio di Sicurezza dell’ONU

em 18 Luglio 201416:27

Intanto ad Amsterdam il primo ministro dei Paesi Bassi, Mark Rutte, sta tenendo una conferenza stampa sul volo MH17. Ha detto che “chi si è reso responsabile di questo sarà punito” e di avere parlato con il presidente russo Vladimir Putin, che gli ha promesso un’indagine “internazionale e indipendente” su quanto accaduto.

em 18 Luglio 201416:24

Al Consiglio di Sicurezza dell’ONU il Regno Unito ha chiesto alla Russia di condannare le attività militari svolte dai separatisti.

em 18 Luglio 201416:21

Il rappresentante presso il Consiglio di Sicurezza dell’ONU del Regno Unito ha spiegato che almeno 9 passeggeri di nazionalità britannica sono morti nell’incidente del volo MH17. Ha chiesto un’indagine indipendente e internazionale per verificare che cosa è accaduto, nell’ambito delle norme che regolano l’aviazione civile, ricordando che le autorità ucraine chiedono la stessa cosa. “In primo luogo è necessario che i gruppi che si occupano delle indagini possano accedere quanto prima e liberamente alla zona in cui è caduto l’aereo” ha spiegato il rappresentante del Regno Unito, chiedendo alla Russia di favorire questo processo sfruttando la sua capacità di influenza presso i separatisti filorussi in Ucraina orientale.

em 18 Luglio 201416:10

A New York è in corso la riunione di emergenza del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Potete seguire la diretta video qui.

em 18 Luglio 201415:54

L’agenzia di stampa Xinhua, finanziata dal governo cinese, ha pubblicato un articolo in cui critica i paesi occidentali, accusati di essere già arrivati alla conclusione che il volo MH17 sia caduto per responsabilità dei separatisti filorussi e dell’aiuto che ricevono dalla Russia. Non accade di frequente che l’agenzia pubblichi articoli di commento di questo tipo su temi di politica internazionale.

em 18 Luglio 201415:44

Sarah Firth, corrispondente da Londra per il canale RT News finanziato dal governo russo, si è dimessa dal proprio incarico in segno di protesta per come l’emittente ha fino a ora raccontato l’incidente del volo MH17. Firth era corrispondente per RT da cinque anni. Già in passato altri giornalisti del canale avevano protestato per avere “insabbiato” le attività del presidente russo Vladimir Putin, lo raccontammo qui.

em 18 Luglio 201415:36

Il primo ministro britannico David Cameron conferma la linea annunciata ieri sera dopo le prime notizie sul volo MH17: indagine internazionale e coinvolgimento delle Nazioni Unite.

em 18 Luglio 201415:31

I ciclisti del Tour de France hanno osservato un minuto di silenzio prima della partenza della tappa di oggi, da Saint-Etienne a Chamrousse, per i morti del volo MH17.

em 18 Luglio 201415:27

Malaysia Airlines ha annunciato che i parenti delle persone a bordo del volo MH17 riceveranno 5mila euro per ogni passeggero. La compagnia aerea è al lavoro per organizzare il trasporto dei parenti dei passeggeri in Ucraina.

em 18 Luglio 201415:19

L’area in cui sono caduti i rottami è molto ampia e copre un raggio di diversi chilometri.

em 18 Luglio 201415:08

Alcune foto dalla zona di Grabovo, nell’Ucraina dell’est dove è precipitato il volo MH17.

em 18 Luglio 201415:00

Malaysia Airlines ha inoltre chiarito che il volo MH17 si è mantenuto per “tutto il tempo” all’interno dello spazio aereo approvato dall’International Civil Aviation Organization (ICAO), l’agenzia delle Nazioni Unite che si occupa dei principi e delle tecniche della navigazione aerea internazionale. I piloti hanno chiesto un piano di volo che prevedeva una quota di crociera a circa 10.700 metri, ottenendo istruzioni dal controllo del traffico aereo dell’Ucraina di mantenersi a una quota di 10mila metri.

em 18 Luglio 201414:52

La compagnia aerea Malaysia Airlines ha aggiornato l’elenco dei paesi di provenienza dei passeggeri a bordo, il numero di olandesi è ancora aumentato.

• 189 Paesi Bassi

• 44 Malesia

• 27 Australia

• 12 Indonesia

• 9 Regno Unito

• 4 Belgio

• 4 Germania

• 3 Filippine

• 1 Canada

• 1 Nuova Zelanda

em 18 Luglio 201414:44

Fonti dell’intelligence consultate da CNN dicono che il missile terra-aria che ha abbattuto il volo MH17 sarebbe stato lanciato dai separatisti filorussi. Non ci sono conferme ufficiali.

em 18 Luglio 201414:21

Il ministro degli Esteri russo, Sergei Lavrov, ha negato qualsiasi coinvolgimento russo nell’incidente del volo MH17. Parlando alla televisione russa ha detto che in tempi recenti non ha “mai sentito una dichiarazione veritiera arrivare da Kiev”. Il governo ucraino chiede invece che la Russia sia considerata responsabile per l’appoggio che da mesi offre ai “terroristi”, che secondo le autorità hanno abbattuto l’aeroplano.

em 18 Luglio 201414:08

Il presidente russo Vladimir Putin ha proposto un cessate il fuoco nell’Ucraina dell’est per avviare delle trattative tra separatisti e autorità ucraine, dice Reuters.

em 18 Luglio 201413:43

Un riassunto per punti, per chi arriva adesso.

• L’elenco dei passeggeri a bordo del volo MH17 è stato aggiornato dalle autorità malesi, ora si parla di 298 persone a bordo, tre in più di quanto comunicato ieri. Almeno 173 erano olandesi, 44 malesi, 27 australiani, 12 indonesiani e 9 del Regno Unito. Gli elenchi sono ancora provvisori e cambiano spesso perché sono ancora in corso verifiche e alcuni parenti delle persone morte non sono stati ancora contattati.

• I lavori di recupero dei corpi dei passeggeri nella zona in cui è caduto l’aereo proseguono da ore e hanno portato al ritrovamento di 181 passeggeri. Le autorità ucraine segnalano difficoltà nell’organizzare le ricerche perché nell’area sono attivi diversi gruppi armati di separatisti filorussi.

• Decine di persone, alcune fonti parlano di un centinaio, erano partite da Amsterdam con il volo MH17 per raggiungere Kuala Lumpur e da lì proseguire verso Melbourne in Australia per partecipare a una conferenza internazionale sull’AIDS. Erano ricercatori, studiosi e attivisti che da anni si occupavano della malattia e dello studio di nuove cure per trattare le infezioni da virus HIV, che causa l’AIDS.

• Nella mattina sono circolate notizie circa il ritrovamento della scatola nera dell’aereo, prima da parte dei separatisti poi da parte delle autorità ucraine. Conferme ufficiali non sono ancora arrivate, ma diversi paesi a partire dalla Malesia hanno chiesto che le indagini e le verifiche sui registratori di bordo siano realizzate con la massima trasparenza.

• Separatisti e autorità ucraine continuano ad accusarsi a vicenda sull’abbattimento del volo MH17. Il governo ucraino accusa i filorussi di avere usato un lanciamissili per abbattere l’aeroplano, ma i separatisti hanno risposto alle accuse dicendo di non avere le strumentazioni necessarie per fare qualcosa del genere. Nei giorni scorsi erano tuttavia circolate fotografie di sistemi lanciamissili russi in mano ai separatisti.

• Il Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite si riunirà oggi a New York per discutere gli ultimi sviluppi in Ucraina.

• Da alcune città dall’Ucraina dell’est arrivano notizie di nuovi combattimenti, intanto.

em 18 Luglio 201413:29

Una donna cammina tra i rottami del Boeing 777-200 di Malaysia Airlines, precipitato in Ucraina dell’est.

em 18 Luglio 201413:21

A Luhansk, città dell’Ucraina orientale da tempo sotto il controllo dei separatisti filorussi, mancano elettricità e acqua da diverse ore e ci sono notizie di una raffineria nella zona in fiamme. Si parla anche di combattimenti, ma le notizie sono difficili da confermare, come spiegano su BBC.

em 18 Luglio 201413:07

La compagnia aerea KLM segnala su Twitter le zone sopra l’Ucraina, e non solo, dove per precauzione non volano i suoi aerei di linea.

em 18 Luglio 201413:01

Il Senato dei Paesi Bassi ha confermato che il senatore Willem Witteveen era a bordo del volo MH17. Aveva 62 anni e faceva parte del Partito Laburista olandese, era stato eletto senatore nel gennaio del 2013, dopo esserlo già stato tra il 1999 e il 2007. Era sul volo MH17 insieme con la figlia.

em 18 Luglio 201412:49

Da ieri separatisti filorussi e autorità ucraine continuano ad accusarsi a vicenda per l’abbattimento del volo MH17. L’intelligence statunitense ha confermato che l’aereo è stato colpito da un missile terra-aria, ma che fino a ora non è stato possibile stabilire chi lo abbia lanciato. Secondo il governo ucraino il missile sarebbe stato lanciato utilizzando un lanciamissili Buk di produzione russa. I separatisti filorussi dicono di non avere strumentazioni simili, ma nei giorni scorsi sui social network avevano diffuso foto di lanciamissili dicendo di averne ottenuto il controllo.

(Guardian)

em 18 Luglio 201412:40

Una donna cammina a pochi metri di distanza dal corpo di uno dei passeggeri del volo MH17 nella zona in cui è caduto l’aeroplano.

em 18 Luglio 201412:28

Una inviata di BBC all’aeroporto di Amsterdam, nei Paesi Bassi, riferisce che a bordo del volo MH17 c’era anche un membro del senato olandese.

em 18 Luglio 201412:20

Fino a ora le operazioni di ricerca nella zona in cui è precipitato il volo MH17 hanno permesso di recuperare i corpi di 181 passeggeri. 

em 18 Luglio 201412:17

Molti osservatori nelle ultime ore hanno criticato le istituzioni dell’Unione Europea per come stanno affrontando la vicenda del volo MH17. A parte qualche comunicato non ci sono state prese di posizione particolarmente incisive, né sono state annunciate nuove iniziative sulla crisi in Ucraina.

em 18 Luglio 201412:06

La prima pagina dell’Independent sul volo MH17, trovate una raccolta notevole di prime pagine internazionali qui.

em 18 Luglio 201411:52

Stando ai registri, il Boeing 777-200 che effettuava il volo di Malaysia Airlines aveva volato per la prima volta il 17 luglio 1997. È precipitato il 17 luglio 2014, esattamente 17 anni dopo la sua entrata in servizio. Il codice del volo era MH17. È una serie interessante di combinazioni, non c’è da vederci altro.

em 18 Luglio 201411:44

Fiori lasciati davanti alla sede dell’ambasciata olandese a Mosca, Russia.

em 18 Luglio 201411:40

L’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa (OSCE) ha pubblicato sul suo sito un comunicato in cui conferma di avere ottenuto dai separatisti filorussi alcune concessioni per l’accesso all’area in cui è caduto il volo MH17. Dei suoi operatori stanno raggiungendo la zona e parteciperanno alle indagini per capire come si sono svolti i fatti. Fino a ora le autorità ucraine hanno segnalato diverse difficoltà nell’organizzare le attività nell’area, a causa della presenza di diversi gruppi armati di separatisti.

em 18 Luglio 201411:28

La ricerca delle responsabilità e di come sono andate le cose rischia in alcuni momenti di togliere l’attenzione da un elemento centrale: c’erano 298 persone sul volo di Malaysia Airlines, con le loro storie e parenti e amici che li attendevano all’arrivo. Ne raccontiamo alcune qui per ricordarvi e ricordarci di loro.

Circola anche la storia di un assistente di volo malese che, secondo quanto dichiarato dal padre, aveva cambiato il proprio turno per rientrare prima a Kuala Lumpur ed era finito a bordo del volo MH17. Sua moglie, anche lei assistente di volo, lo scoro 8 marzo aveva a sua volta cambiato il proprio turno e non era salita sul volo della Malaysia Airlines MH370, scomparso mentre era in volo da Kuala Lumpur a Pechino.

em 18 Luglio 201411:18

Il comunicato del ministero degli Esteri italiano sul volo caduto in Ucraina.

A seguito dei contatti e delle verifiche ancora in corso sulle informazioni fornite dalla compagnia aerea e dalle autorita’ olandesi sulla vicenda dell’aereo Malaysian Airlines, abbattuto oggi al confine tra Ucraina e Russia emerge che risulterebbero coinvolti un doppio cittadino italiano-olandese e suo figlio. Continuano comunque le verifiche con gli altri partners per escludere la presenza di altri italiani a bordo del velivolo.

em 18 Luglio 201411:10

Durante la conferenza stampa in Malesia, il ministro dei Trasporti ha diffuso una nuova lista con i paesi di provenienza dei passeggeri a bordo: è ancora parziale perché Malaysia Airlines sta effettuando alcune verifiche sull’elenco e ci sono famiglie ancora da avvisare.

• 173 Paesi Bassi
• 44 Malesia
• 27 Australia
• 12 Indonesia
• 9 Regno Unito
• 4 Germania
• 4 Belgio
• 3 Filippine
• 1 Canada
• 1 Nuova Zelanda

em 18 Luglio 201411:07

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha confermato su Twitter la morte di uno dei suoi dipendenti che era in viaggio sul volo MH17.

em 18 Luglio 201411:05

Sul New York Times di oggi c’è un severo editoriale sul presidente russo Vladimir Putin nel quale viene indicato come la persona che “può fermare questa guerra”. Il conflitto in Ucraina “ha superato il limite ed è diventato estremamente pericoloso”. L’editoriale ricorda che le sanzioni decise dagli Stati Uniti e, più blandamente, dall’Unione Europea contro la Russia non saranno sufficienti per fare cambiare idea a Putin sulla questione ucraina, ma potrebbero comunque fargli capire che l’Occidente non intende cedere.

em 18 Luglio 201410:56

In Malesia, il ministro dei Trasporti Liow Tiong ha detto in una conferenza stampa che se l’aereo è stato davvero abbattuto si tratta di “un oltraggio contro la decenza umana”. Ha poi annunciato che la Malesia ha inviato un gruppo di 62 esperti in Ucraina per partecipare alle operazioni di recupero.

Francesco Costa 18 Luglio 201410:54

em 18 Luglio 201410:52

Il sito dell’Australian ha qualche dettaglio in più sulle persone a bordo del volo MH17 che avrebbero proseguito da Kuala Lumpur (Malesia) verso Melbourne, per partecipare alla 20esima conferenza dell’International AIDS Society (IAS). Secondo notizie di stampa, ancora da confermare, sull’aeroplano c’erano 108 tra ricercatori, esperti e attivisti che si occupavano di AIDS. Alcuni loro colleghi parlano di “una perdita enorme” per la ricerca sulla malattia e sul virus HIV che la causa. Per ora la IAS non ha dato stime ufficiali sulle persone a bordo del volo MH17 dirette alla sua conferenza.

Francesco Costa 18 Luglio 201410:41

Alcuni oggetti appartenuti ai passeggeri del volo.

Francesco Costa 18 Luglio 201410:37

Hillary Clinton, ex segretario di stato americano e probabile candidata alla presidenza degli Stati Uniti, ha detto che il volo MH17 è stato «evidentemente abbattuto da un missile terra aria». «Le domande che chiederei sono: chi potrebbe essere stato? Chi avrebbe le armi per farlo? Chi avrebbe le competenze? I voli di linea sono obiettivi molto grossi ma quello abbattuto viaggiava ad alta quota, serve abilità. Il governo ucraino ha dato subito la colpa ai “terroristi”, che è il modo in cui chiama i separatisti russi. E sembra ci sia una crescente consapevolezza che probabilmente i separatisti russi c’entrano qualcosa. Per dirlo definitivamente ci vorranno delle analisi, ma se ci sono indizi e prove che vanno in questa direzione, va detto che quegli equipaggiamenti, quelle armi, non potevano che venire dalla Russia. Se la Russia ha fatto anche qualcosa in più, oppure no, quello ancora non lo sappiamo. Gli europei dovrebbero occuparsene, su tutti. Era un volo partito da Amsterdam e caduto in Europa. Dovrebbero esserci proteste in tutte le capitali europee. Bisogna far capire a Vladimir Putin che si è spinto troppo in là e che non abbiamo intenzione di lasciarlo fare».

Francesco Costa 18 Luglio 201410:25

Scrive Mark Urban, giornalista di BBC: “L’abbattimento del volo MH17 mostra tutti i rischi della dottrina di politica estera «non è un nostro problema, lasciate che se la risolvano loro»”. Per il momento è ancora molto presto, ma nelle prossime settimane sarà una discussione che leggerete molto in giro.

em 18 Luglio 201410:23

Man mano che Malaysia Airlines riesce a mettersi in contatto con le famiglie dei passeggeri, le notizie sulla nazionalità delle persone a bordo del volo MH17 cambiano. Secondo le ultime, almeno 173 erano di nazionalità olandese e 44 malese. Ci sono ancora decine di persone con la nazionalità da confermare, l’aeroplano trasportava in tutto 298 persone.

Francesco Costa 18 Luglio 201410:14

Intanto i separatisti filo-russi dicono di aver messo le mani su “la gran parte” dei dispositivi di registrazione dell’aereo. Sono notizie complicate da verificare: i separatisti potrebbero dire il falso (ieri dicevano di avere le scatole nere, oggi circolano dubbi sul fatto che le abbiano) e l’area dell’incidente è complicata da raggiungere per le autorità ucraine e i soccorritori, almeno per il momento.

Francesco Costa 18 Luglio 20149:59

Un gruppo di persone cerca i resti dei corpi dei passeggeri del volo precipitato.

em 18 Luglio 20149:56

L’ambasciatore dell’Ucraina presso le Nazioni Unite ha ribadito la linea tenuta fino a ora dal governo ucraino: le intercettazioni dimostrano che sono stati i separatisti ad abbattere l’aeroplano con sistemi lanciamissili russi. Intervistato su BBC Radio 4, ha poi detto che fino a ora sono stati recuperati i corpi di 121 persone e che le operazioni di recupero sono complicate dalla presenza di “gruppi armati fuori legge”. Potete ascoltare l’intervista qui.

em 18 Luglio 20149:48

La prima pagina di oggi della Rossijskaja Gazeta, un giornale a tiratura nazionale pubblicato nella Federazione Russa, il cui editore è sostanzialmente il governo russo. La notizia della caduta del volo MH17, in grande evidenza praticamente su tutte le prime pagine del mondo, è collocata a fondo pagina.

em 18 Luglio 20149:39

Quella che comunemente viene chiamata “scatola nera” una volta era effettivamente dipinta di questo colore, ma ormai da tempo è arancione, per essere più visibile. Non ha sempre la forma di una scatola: su una base di metallo sono assicurati un parallelepipedo, che contiene i sistemi di alimentazione del sistema, e un cilindro all’interno del quale sono contenuti i componenti per la registrazione delle informazioni a bordo. L’intera scatola nera è protetta da uno spesso involucro in acciaio inossidabile, alluminio o in lega di titanio – a seconda dei modelli – e può arrivare a reggere un’accelerazione pari a 3.400 volte quella di gravità, equivalente a un impatto a una velocità di circa 500 chilometri orari. Intorno ai componenti elettronici ci sono particolari isolanti, per la tenuta stagna del sistema e per resistere a incendi con temperature fino a 1.000 °C. Insomma, è fatta per rimanere integra anche nel caso del più disastroso incidente aereo possibile.

Qui avevamo raccontato altre cose su come funziona la scatola nera, mentre ci occupavamo del volo scomparso MH370, sempre di Malaysia Airlines.

em 18 Luglio 20149:36

Nelle ultime ore sono state diffuse notizie contrastanti sul ritrovamento della scatola nera del volo MH17, il dispositivo che registra lo stato delle strumentazioni dell’aereo e le ultime ore di conversazioni dei piloti. In un primo momento sembrava che i separatisti filorussi ne fossero entrati in possesso, ma ora l’agenzia internazionale AFP dice che la scatola nera sarebbe stata ritrovata da poco e da chi si sta occupando dei lavori di soccorso e di recupero nella zona.

em 18 Luglio 20149:32

L’International AIDS Society – una delle più grandi organizzazioni che si occupa dello studio e della ricerca di cure per la sindrome causata dal virus dell’HIV – ha confermato di essere al lavoro con le autorità per “verificare come la tragica perdita del volo MH17 abbia avuto conseguenze per i delegati della nostra conferenza”. Il messaggio fa riferimento alla 20esima conferenza sull’AIDS in programma a Melbourne, Australia. A quanto sembra alcuni ricercatori, certi molto conosciuti e apprezzati per il loro lavoro sulla malattia, erano a bordo del volo.

em 18 Luglio 20149:26

Malaysia Airlines ha diffuso un comunicato in cui conferma che il Boeing 777-200 che effettuava il volo MH17 era in normali condizioni. L’ultima sua manutenzione risaliva all’11 luglio scorso ed era stata condotta presso l’aeroporto internazionale di Kuala Lumpur. Il Boeing era stato costruito nel luglio del 1997 e aveva un totale di 75322 ore di volo. Ieri il primo ministro della Malesia aveva confermato che dall’aereo non era arrivato nessun segnale di emergenza o di anomalie, prima della sua caduta.

Nella foto, un Boeing 777-200 come quello caduto in Ucraina dell’est.

em 18 Luglio 20149:12

Il servizio FlightRadar24 mostra efficacemente come le compagnie aeree stiano evitando accuratamente lo spazio aereo dell’Ucraina dell’est anche oggi. È comunque bene ricordare che siccome era frequente il lancio di missili e razzi nella zona, le autorità ucraine avevano deciso di chiudere lo spazio aereo fino a una quota di 9.700 metri per motivi di sicurezza. MH17 era in volo nella zona a una quota intorno ai 10mila metri, ma è stato ugualmente colpito da un missile terra-aria.

em 18 Luglio 20149:09

Da ieri sera circola molto un video che sostiene di riportare la registrazione di una telefonata tra due agenti dell’intelligence russa. Le due persone nel video sono molto agitate e parlano del fatto di essersi resi conto di aver abbattuto un aereo civile. L’autenticità della registrazione non può essere confermata. Sulla base di questa “intercettazione” il capo dei servizi di sicurezza dell’Ucraina ha detto a Reuters: «adesso sapete chi è il colpevole». La trascrizione della conversazione, tradotta in inglese, è qui.

em 18 Luglio 20149:06

Alexander Borodai, l’auto-nominatosi primo ministro della Repubblica di Donetsk, proclamata dai separatisti filo-russi nell’Ucraina orientale e non riconosciuta finora da altri stati, arriva sul posto in cui è precipitato l’aereo MH17 della Malaysia Airlines. La foto è stata scattata nella notte tra giovedì e venerdì.

em 18 Luglio 20149:04

La rotta seguita dal volo MH17 prima di essere abbattuto mentre sorvolava l’Ucraina dell’est. (Guardian)

em 18 Luglio 20149:02

Malaysia Airlines non ha ancora terminato di mettersi in contatto con tutti i parenti delle 298 persone che si trovavano a bordo del volo MH17: per questo motivo ci sono nazionalità di alcuni passeggeri da confermare. Gli elenchi fino qui diffusi dalla compagnia aerea parlano di persone provenienti da diversi paesi:

• Paesi Bassi 154
• Malesia 43
• Australia 27
• Indonesia 12
• Regno Unito 9
• Germania 4
• Belgio 4
• Filippine 3
• Canada 1
• Nuova Zelanda 1

em 18 Luglio 20148:59

In un breve messaggio televisivo, il presidente ucraino Poroshenko ha detto che “l’aggressione da parte della Russia è una minaccia per la sicurezza globale”. Ha poi invitato la comunità internazionale a non considerare l’incidente al volo MH17 come un semplice problema locale.

em 18 Luglio 20148:56

La zona in cui l’aereo è precipitato è quella in cui da mesi combattono l’esercito ucraino e i separatisti armati filo-russi. Più di una volta russi e ucraini hanno abbattuto elicotteri e caccia militari nemici. Proprio giovedì mattina il governo ucraino aveva accusato la Russia di aver abbattuto un aereo da guerra; anche il 14 luglio il governo ucraino aveva detto che un suo aereo militare era stato abbattuto vicino al confine con la Russia. Il fatto che la zona sia in mano ai separatisti ha complicato le possibilità di raggiungerla all’esercito e alle autorità ucraine.