Grillo: «Stiamo scivolando lentamente verso una dittatura a norma di legge»

Sul blog di Beppe Grillo è stato pubblicato un post molto pesante contro il PD, che ha annullato l’incontro previsto oggi per le 15 con il M5S per discutere di legge elettorale e riforme istituzionali. Il PD ha annullato l’incontro perché chiede prima “risposte formali” sul contenuto della lettera inviata al M5S qualche giorno fa, che poneva alcune questioni puntuali sul dibattito riguardo le riforme istituzionali. I dirigenti di PD e M5S si sono incontrati una prima volta alla fine di giugno. Il M5S sostiene che le risposte chieste dal PD sono in un’intervista a Luigi Di Maio pubblicata domenica sul Corriere della Sera.

Si prende atto che un confronto democratico e trasparente in Italia è oggi impossibile. Il Pd ha annullato l’incontro con il M5S per la legge elettorale nonostante (o forse proprio per questo) l’apertura dimostrata dal M5S con l’intervista del Corriere della Sera di domenica di Luigi Di Maio. Si prende atto che il Pd preferisce gli incontri al chiuso di cui nessun cittadino sa nulla con un pregiudicato con il quale si appresta a fare la “riforma” della Giustizia. Si prende atto che Renzi, le cui palle sono sul tavolo di Verdini e Berlusconi, rifiuta con il M5S ogni confronto democratico e che l’Italia dovrà pagarne tutte le conseguenze. Il M5S rappresenta milioni di italiani che non possono essere trattati come dei paria, come dei cani in chiesa da personaggi mai eletti in libere elezioni, da sbruffoni della democrazia. Nessuno potrà più imputarci di non aver cercato il dialogo. Stiamo scivolando lentamente verso una dittatura a norma di legge, il M5S non resterà a guardare e spera che i sinceri democratici che esistono negli altri partiti facciano altrettanto.

Il post di Grillo qualche ora dopo è stato modificato: alcune frasi sono state aggiunte, altre sono state rimosse.

Matteo Renzi ha risposto con un tweet:

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.