• postit
  • venerdì 13 giugno 2014

Apple sostituisce gli alimentatori di iPhone venduti tra il 2009 e il 2012 perché si riscaldano troppo

Apple ha annunciato che sostituirà gratuitamente un tipo di alimentatore da 5W di iPhone per motivi di sicurezza, perché in alcuni casi i modelli difettosi si possono surriscaldare in modo anomalo durante il loro utilizzo. Il modello interessato dal programma di sostituzione è l’A1300, fornito con tutti i modelli di iPhone 3GS, iPhone 4 e iPhone 4S venduti tra ottobre 2009 e settembre 2012 in diversi paesi europei, Italia compresa. Lo stesso alimentatore è stato venduto anche a parte.

alimentatore-difettoso-apple-a1300

Per capire se il proprio alimentatore è interessato, basta leggere il codice che identifica il modello al di sopra del dente destro della spina. Se c’è scritto “Model A1300” significa che è possibile ottenere la sua sostituzione gratuitamente e che, per precauzione, è meglio ricaricare iPhone collegandolo al computer fino a quando non sarà stato sostituito l’alimentatore. Se sull’alimentatore c’è invece scritto “Model A1400” non è necessario sostituirlo.

Il modello A1300 può essere sostituito portandolo in un Apple Store, in un negozio convenzionato Apple e dal prossimo 18 giugno nei negozi degli operatori telefonici 3, TIM e Vodafone, portandosi dietro il proprio iPhone.

Questo è un post della categoria PostIt, che rimanda direttamente alla fonte originale della notizia dalla homepage del Post.

Se siete arrivati su questa pagina attraverso i feed RSS o dai social network, potete leggere il contenuto di questa notizia sulla fonte originale cliccando sul titolo qui sopra.
Qui c'è l'elenco di tutti gli ultimi PostIt.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.