• Mondo
  • giovedì 15 Maggio 2014

Gli scontri durante la Nakba, in Palestina

Ci sono stati almeno due morti e alcuni feriti durante le manifestazioni per ricordare "il giorno della catastrofe", quando nel 1948 nacque lo stato di Israele

Il giorno in cui nel 1948 è stato fondato lo stato di Israele, in Palestina viene chiamato Nakba, “il giorno della della catastrofe”: ogni anno viene ricordato il 15 di maggio. Le commemorazioni della Nakba, spesso, finiscono in scontri tra manifestanti palestinesi e forze di sicurezza israeliane: nel 2011, per esempio, erano morte decine di persone in diverse città della Palestina. Anche quest’anno ci sono state diverse manifestazioni in Cisgiordania: a Ramallah sono stati osservati 66 secondi di silenzio (come il numero degli anni passati dalla nascita dello stato di Israele), c’è stata una marcia partita dal mausoleo dedicato a Yasser Arafat e un presidio nel centro della città; manifestazioni simili si sono tenute anche a Gerusalemme, Betlemme, Qalandia e nella striscia di Gaza al confine con Israele. Come ha riportato Al Jazeera, dopo la manifestazione di Ramallah ci sono stati alcuni scontri tra i manifestanti e l’esercito israeliano: durante gli scontri due cittadini palestinesi, Mohammad Abu Thaher e Nadim Nuwara, sono stati uccisi; altre 3 persone sono state ferite.