• Sport
  • giovedì 20 Marzo 2014

Fiorentina-Juventus: cose da sapere sulla partita di stasera

Chi trasmette la partita di Europa League, cosa deve fare la Juventus per passare il turno, chi gioca fra Tevez e Gomez

Giovedì 20 marzo alle 19 si gioca la partita di ritorno degli ottavi di finale di Europa League fra Fiorentina e Juventus. All’andata, a Torino, è finita 1-1 con gol di Arturo Vidal per la Juventus e – a 11 minuti dalla fine – di Mario Gomez per la Fiorentina. La partita sarà trasmessa su Mediaset Premium e Sky Sport (in chiaro sarà visibile l’altro ottavo di finale fra Porto e Napoli, stasera alle 21.05 su Canale 5).

La qualificazione è molto aperta: la Fiorentina ha però un leggero vantaggio, poiché per passare il turno le basterebbe pareggiare per zero a zero (nel caso le due squadre abbiano complessivamente segnato lo stesso numero di gol, quelli segnati in trasferta valgono doppio). La Juventus, invece, deve vincere oppure pareggiare segnando almeno due gol.

È la terza volta che Juventus e Fiorentina giocano contro nelle ultime due settimane: in campionato, il 9 marzo, era finita 1-0 per la Juventus con gol di Asamoah. Nella partita di andata di campionato, a Firenze, la Fiorentina aveva invece vinto in rimonta per 4-2, con tripletta di Giuseppe Rossi, dopo che la Juventus era passata in vantaggio per 2-0. Attualmente in Serie A la Juventus è prima con 75 punti, mentre la Fiorentina è quarta con 48 punti.

(Juventus e Fiorentina, un po’ di storie)

L’allenatore della Juventus Antonio Conte ha confermato che stasera giocherà anche Carlos Tevez, l’attaccante più forte della squadra, la cui presenza era data come in dubbio nei giorni scorsi; e ha detto che in questa stagione «la Fiorentina ci mette in difficoltà gli ultimi 20 minuti. Noi mettiamo in difficoltà loro [per] gli altri 70». Vincenzo Montella, l’allenatore della Fiorentina, ha invece detto che deve ancora decidere se far giocare Mario Gomez dall’inizio della partita. Gomez è tornato da poco a giocare dopo un grave infortunio al ginocchio.

foto: Valerio Pennicino/Getty Images