• Sport
  • giovedì 6 marzo 2014

Tutte le maglie dell’Italia ai Mondiali

Da quelle col simbolo dei Savoia a quella completamente nera; da quella del 1982 a quella usata per la prima volta ieri sera, che vedremo in Brasile

Mancano meno di 100 giorni all’inizio dei Mondiali: due giorni fa la FIGC ha presentato la nuova divisa della Nazionale e ieri l’Italia l’ha indossata per la prima volta contro la Spagna. La nuova maglia è naturalmente azzurra: le maglie italiane sono azzurre del 1934 – nel 1930 l’Italia non partecipò ai Mondiali – perché l’azzurro era il colore della famiglia reale dei Savoia, e recavano lo stemma con la croce sabauda. Ma nel 1938 giocammo anche con una divisa tutta nera (la ragione è facile da immaginare) e anche dal 1950 in poi, quando i mondiali ricominciarono dopo la sospensione dovuta alla guerra, l’azzurro non è mai stato sempre lo stesso azzurro, e lo stesso vale per lo stemma con il tricolore, che negli anni è cambiato diverse volte. Fino al 1999, inoltre, le maglie della nazionale non avevano il simbolo dello sponsor tecnico, cioè la società che le realizzava; ma già dal 1974 la nazionale aveva avuto un fornitore ufficiale che si occupava anche della produzione delle magliette (il primo fu Adidas).

Dentro ogni foto, informazioni e storie sulle magliette:

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.