• Media
  • martedì 21 Gennaio 2014

La bufala dello schermo con l’alba a Pechino

Non è vero che è stato installato un megaschermo per mostrare il sole nei giorni di grande smog, come hanno scritto siti e giornali in giro per il mondo

A partire da venerdì 17 gennaio molti siti e giornali hanno pubblicato una foto di un megaschermo in piazza Tienanmen a Pechino, dicendo che era stato installato dalle autorità cinesi per consentire alla cittadinanza di vedere l’alba (o il tramonto) almeno virtualmente, considerato che gli alti livelli di inquinamento atmosferico per giorni hanno portato a una bassissima visibilità oscurando il cielo. In realtà lo schermo è presente da tempo nella piazza e viene utilizzato per mostrare pubblicità, spesso di mete turistiche. L’alba in questione fa parte di uno spot della provincia dello Shandong, che viene mostrato ciclicamente nel corso della giornata a chi passa nella piazza insieme a molti altri spot.

Tra i primi giornali ad avere diffuso la notizia c’è stato il britannico Daily Mail, seguito rapidamente da molte altre testate anche piuttosto note come le statunitensi CBS, Time e Huffington Post. Molte di queste hanno pubblicato rettifiche, spiegando come stavano realmente le cose. In Italia la fotografia, con annessa falsa notizia, è stata ripresa da molti siti ed è finita anche sulla prima pagina dell’edizione di sabato 18 gennaio della Stampa.

Una newsletter sul dannato futuro dei giornali