Le timeline personalizzate su Twitter

A che cosa serve e come si usa la nuova opzione per raccogliere i tweet, per ora solo su TweetDeck

Twitter ha messo a disposizione una nuova opzione per creare cronologie (timeline) di tweet personalizzate, che possono essere condivise con i propri contatti ed essere inserite sulle pagine web. L’idea è dare uno strumento in più a chi usa Twitter per mettere ordine tra le conversazioni o isolare contenuti rilevanti su un determinato argomento, evitando che il flusso continuo di nuovi tweet nella classica timeline ne faccia rapidamente perdere le tracce.

Il nuovo strumento è stato messo a disposizione degli sviluppatori, quelli che fanno le applicazioni, e può già essere utilizzato da chi invia e legge tweet attraverso TweetDeck, l’applicazione con opzioni avanzate per organizzare meglio i tweet e ricevere notifiche quando ne vengono pubblicati di nuovi.

Per creare una timeline personalizzata con TweetDeck basta seguire queste indicazioni.

Twitter sta lavorando a una nuova funzione su Twitter.com che permetta di realizzare le cronologie personalizzate anche sul suo sito, senza passare attraverso TweetDeck. Gli sviluppatori potranno inserire la funzione anche nelle loro applicazioni, seguendo le specifiche date da Twitter. Il sistema potrà essere usato non solo per creare cronologie a mano, ma anche automaticamente mostrando per esempio tutti i tweet che vengono pubblicati e che contengono determinate parole chiave.

//

Le nuove timeline personalizzate ricordano, in parte, servizi che esistono già da tempo per raccogliere una selezione di tweet. Tra i sistemi più diffusi e conosciuti c’è Storify, che oltre ai tweet consente di inserire altre annotazioni e contenuti, pubblicando il risultato finale all’interno di diverse pagine web.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.