• Mondo
  • venerdì 1 Novembre 2013

“For Lou Reed”

Il necrologio della sua compagna, Laurie Anderson, pubblicato su un giornale locale

Lo scorso 27 ottobre è morto a 71 anni Lou Reed, fondatore del gruppo rock dei Velvet Underground e uno dei musicisti più influenti degli ultimi 50 anni. Dal 2008 era sposato con la musicista e artista Laurie Anderson, sua compagna dall’inizio degli anni Novanta, che sul giornale locale The East Hampton Star ha dedicato un messaggio al marito, accompagnato dall’ultima foto che gli è stata scattata. Ha raccontato i suoi ultimi anni e gli ultimi momenti della sua vita:

«Ai nostri vicini: Che bellissimo autunno! Tutto luccica e splende, e c’è quell’incredibile luce morbida. L’acqua ci circonda. Lou e io abbiamo passato molto tempo qui negli ultimi anni, e anche se siamo gente di città pensiamo che questa sia la nostra casa spirituale. La settimana scorsa avevo promesso a Lou di portarlo fuori dall’ospedale e andare a casa, a Springs. E l’abbiamo fatto! Lou era un maestro di tai chi e ha passato i suoi ultimi giorni qui, felice e abbagliato dalla bellezza, e dalla forza, e dalla dolcezza della natura. È morto domenica mattina guardando gli alberi e facendo la famosa posizione 21 del tai chi, con le sue mani da musicista che si muovevano nell’aria. Lou era un principe e un combattente e io so che le sue canzoni sul dolore e la bellezza del mondo riempiranno molte persone dell’incredibile gioia che lui aveva per la vita. Lunga vita alla bellezza che scende, attraversa e si impadronisce di tutti noi. Laurie Anderson moglie innamorata e amica eterna»