• Mondo
  • domenica 20 Ottobre 2013

I 57 incendi in Australia

Sono cominciati una settimana fa e almeno 14 sono fuori controllo, dicono i vigili del fuoco

Secondo il governo australiano, attualmente nel paese sono in corso 57 incendi, di cui 14 non sono ancora stati «contenuti». Un uomo è morto a causa di un infarto mentre lavorava con altre persone per proteggere la sua abitazione dal fuoco. Gli incendi fino ad ora hanno distrutto più di mille chilometri quadrati di territorio e almeno duecento abitazioni, mentre almeno altre cento sono state danneggiate.

Il primo ministro dello stato del New South Wales, dove si trova anche Sydney, ha dichiarato lo stato di emergenza. I vigili del fuoco ora hanno l’autorità per evacuare la popolazione e distruggere gli edifici che potrebbero alimentare l’incendio. Domenica 20 ottobre 1.300 vigili del fuoco erano impegnati nelle operazioni.

Gli incendi sono scoppiati all’inizio della settimana e gli investigatori stanno ancora cercando di capire che cosa li ha causati. Almeno due dei focolai sono stati causati dalle linee elettriche abbattute dal forte vento (che i questi giorni continua ad alimentare gli incendi).

Sabato 19 era stato ipotizzato che alcuni degli incendi fossero stati causati da esercitazioni militari. In particolare, un focolaio vicino alla città di Lithgow, nel New South Wales, è scoppiato mercoledì 16 ottobre, mentre alcune unità dell’esercito australiano «stavano conducendo un addestramento d’artiglieria con munizioni esplosive», ha dichiarato il Dipartimento della Difesa australiano.

Foto: AAP Image/Paul Miller