• Mondo
  • venerdì 18 Ottobre 2013

I danni degli incendi in Australia

Nel New South Wales le fiamme stanno distruggendo decine di case e una persona è morta, le foto

Negli ultimi giorni una serie di grandi incendi ha bruciato ampie porzioni di territorio nel New South Wales (Nuovo Galles del Sud), lo stato a sud-est con capitale Sydney. Le fiamme hanno distrutto numerose case e causato la morte di una persona, che stava cercando di mettere al sicuro la sua abitazione dagli incendi. Secondo le autorità locali si tratta della peggiore serie di incendi degli ultimi dieci anni e saranno necessari ancora giorni prima di poterli mettere sotto controllo.

Negli ultimi giorni centinaia di persone sono state evacuate per motivi di sicurezza dalle loro case. Molte di queste hanno passato l’ultima notte nei centri di accoglienza per gli sfollati, con l’incognita di svegliarsi il giorno dopo senza una casa. In alcune zone le fiamme hanno raggiunto i 30 metri di altezza, hanno spiegato alcuni pompieri che lavorano per contenere la loro diffusione. In tutto i vigili del fuoco impegnati nel New South Wales sono duemila e si attendono ulteriori aiuti dagli stati vicini.

La stagione degli incendi si verifica ciclicamente in Australia, dove ora è primavera, ma quest’anno è arrivata prima del solito e con una maggiore intensità. Il fenomeno è dovuto alle alte temperature, alla siccità e ai forti venti che fanno propagare rapidamente le fiamme. Si stima che fino a ora gli incendi abbiano bruciato 500 chilometri quadrati di territorio. Per i prossimi giorni è ancora previsto caldo secco, cosa che non aiuterà il lavoro di contenimento degli incendi.