• Mondo
  • lunedì 2 Settembre 2013

È stata arrestata l’avvocatessa di Ablyazov

Un mese fa era stata indicata come la traccia che aveva fatto arrestare Ablyazov: ora è stata arrestata in Russia

Il quotidiano russo Kommersant ha pubblicato la notizia che la polizia russa ha arrestato Yelena Tischenko, un’avvocatessa di 37 anni e di cittadinanza ucraina che lavora dal 2010 per il banchiere kazako Mukhtar Ablyazov e che era stata indicata come la traccia che aveva permesso alla polizia francese di arrestare Ablyazov un mese fa. Yelena Tischenko è stata fermata venerdì 30 agosto in un hotel di Mosca dopo essere arrivata in aereo da Nicosia, a Cipro. Gli investigatori russi ritengono che sia coinvolta in un’operazione di frode in Russia pari 3,3 miliardi di dollari.

Ablyazov è il marito di Alma Shalabayeva che lo scorso maggio è stata espulsa con la figlia di sei anni in Kazakistan dopo un’operazione di polizia a Roma richiesta dall’ambasciata kazaka per arrestare proprio Ablyazov, che è ricercato in Kazakistan per frode ma che è anche un attivo oppositore del dittatore kazako Nazarbayev. Ablyazov è stato condannato per reati finanziari anche nel Regno Unito e di altri è accusato in Russia, ed era stato arrestato il 31 luglio in Francia, dopo che gli investigatori avevano seguito Yelena Tischenko: nei giorni successivi i media italiani avevano molto insistito su una relazione anche sentimentale di Ablyazov con Tischenko. A questo punto, Ablyazov è in carcere in Francia, sua moglie e sua figlia sono state consegnate al regime kazako e il suo avvocato è in carcere in Russia.