• Mondo
  • giovedì 25 Luglio 2013

I giochi di massa a Pyongyang

Le foto di uno degli spettacoli più grandi al mondo: hanno partecipato più di 100 mila acrobati e ballerini

Lunedì 22 luglio nello stadio Primo Maggio di Pyongyang si è tenuta la cerimonia di inaugurazione del festival di Arirang, conosciuto anche come i Grandi giochi di massa nordcoreani. Si tratta di spettacoli acrobatici, danze e impressionanti coreografie che celebrano il partito comunista nordcoreano, il fondatore ed ex presidente della Corea del Nord Kim Il-sung e i suoi successori, il figlio Kim Jong-il e il nipote Kim Jong-un. Durante la cerimonia si sono esibite più di 100 mila persone, selezionate dai cinque anni in su sulla base delle loro abilità da ginnasti: il festival è considerato una delle più grandi esibizioni coreografiche al mondo.

Quest’anno la cerimonia d’apertura è stata dedicata al 60esimo anniversario della fine della guerra tra le due Coree, avvenuta con la firma dell’armistizio a Panmunjeom il 27 luglio del 1953. Successivamente i due paesi non firmarono un trattato di pace, e formalmente sono ancora in guerra. Lo spettacolo ha raccontato la storia del conflitto e celebrato le vittorie di Kim Il-sung e dei suoi soldati; molti artisti indossavano divise militari e sono state rievocate anche alcune battaglie famose della guerra.

I giochi di massa furono organizzati per la prima volta nel 2002 e da allora si sono tenuti ogni anno – tranne nel 2006 – per quasi due mesi, generalmente da agosto a ottobre. Quest’edizione durerà fino al 9 settembre e gli spettacoli – che sono aperti ai turisti – si terranno quattro giorni alla settimana. Il nome Arirang deriva da una canzone tradizionale molto conosciuta nelle due Coree: racconta la storia di due innamorati divisi da un crudele proprietario terriero, e nel tempo è diventato un simbolo della divisione del paese.