• Mondo
  • mercoledì 19 Giugno 2013

La storia di Walter Lee Williams

Un ex professore universitario due giorni fa era stato inserito nella lista dei 10 più ricercati dell'FBI - la 500esima persona - e il giorno dopo è stato arrestato, in Messico

Le autorità messicane hanno annunciato mercoledì 19 giugno di aver arrestato Walter Lee Williams, inserito appena due giorni prima, il 17 giugno, nella lista delle dieci persone più ricercate dall’FBI, nel suo caso per reati di pedofilia. Williams è stato professore nella prestigiosa University of Southern California ed è stata la 500esima persona a essere inserita nella celebre lista.

Williams è stato arrestato martedì 18 giugno intorno alle otto e mezzo di sera (le due e mezzo di notte in Italia) in un parco della località turistica di Playa del Carmen, a sud di Cancún, nel Messico sudorientale. Secondo quanto ha detto il procuratore generale dello stato messicano di Quintana Roo, Gaspar Armando Garcia, Williams “non ha potuto provare” di essere entrato in Messico legalmente.

Nei confronti dell’uomo, che ha 64 anni, era stato emesso il 30 aprile un mandato di arresto federale. Un mese e mezzo dopo è stato inserito nella lista dei più ricercati, con la promessa di una ricompensa fino a 100 mila dollari per informazioni che avrebbero portato al suo arresto. Williams è accusato di abusi sessuali su minori: l’FBI ha detto di aver individuato almeno dieci sue vittime fuori dagli Stati Uniti, che hanno un’età compresa tra i 9 e i 17 anni. Williams ha vissuto a lungo in diversi paesi del mondo, tra cui l’Indonesia e le Filippine, e probabilmente ha viaggiato anche in alcuni paesi latinoamericani come il Messico e il Perù.

Il Los Angeles Times ha scritto che Walter Lee Williams ha insegnato antropologia, studi di genere e storia alla University of Southern California di Los Angeles, una delle più celebri università della California insieme all’UCLA. Il sito dell’università lo riportava tra i suoi professori su una pagina che è stata messa offline negli ultimi giorni. Williams ha ricevuto diversi riconoscimenti per il suo lavoro accademico, compresa una onorificenza della stessa università nel 2006.

Insieme a Williams, lunedì 17 giugno, è stato aggiunto alla lista anche José Manuel Garcia Guevara, accusato di aver ucciso la 26enne Wanda Barton davanti al figlio di lei di 4 anni nel 2008. Secondo l’FBI, anche Guevara si trova attualmente in Messico.

Delle 500 persone inserite nella lista a partire dagli anni Cinquanta, 469 sono state arrestate oppure localizzate, e 155 di queste con l’aiuto determinante dei cittadini. La lista è compilata con una procedura piuttosto complessa e i posti “vacanti” possono restarlo per diversi mesi. Il veterano della lista è Victor Manuel Gerena, nella top ten dell’FBI dal 14 maggio del 1984. Nel maggio 2013 è stata inserita la prima donna, Joanne Chesimard, anche se si conosce bene dove si trova adesso: da circa trent’anni vive a Cuba.