• Italia
  • giovedì 13 Giugno 2013

Vecchie foto di vecchi viaggi in treno

Valigione, sale d'attesa e binari pieni, che raccontano come eravamo, ancora prima di come ci spostavamo

Da 108 anni le Ferrovie dello Stato (FS), con alterne fasi di efficienza e inefficienza, muovono milioni di italiani con i loro treni, che viaggiano di continuo unendo aree metropolitane, grandi città e sperduti paesini, dove almeno in passato l’arrivo del treno era un grande evento. Le FS furono costituite con una legge nell’aprile del 1905: lo Stato rilevò la proprietà e l’esercizio della maggior parte delle linee ferroviarie fino ad allora controllate da società private. In più di un secolo non sono cambiate solo le Ferrovie, anche se a volte vedendo i vagoni scalcinati dei trasporti regionali vengono facili battute sulla vetustà dei treni, ma anche le persone che ci viaggiano sopra, le loro abitudini, le loro esigenze e probabilmente anche la premura di arrivare in fretta a destinazione.

L’Archivio Audiovisivi delle Ferrovie dello Stato Italiane racconta efficacemente l’evoluzione del nostro paese, intorno ai treni e ai binari, con una quantità impressionante di fotografie e filmati d’epoca. Le foto, soprattutto dei passeggeri, mostrano come eravamo ancora prima di come viaggiavamo. Quando sembrava fantascienza immaginare di andare da Roma a Milano in meno di tre ore, “ci scusiamo per il disagio” permettendo.

Le foto pubblicate dall’Archivio FS online non contengono informazioni precise su luogo e data in cui sono state scattate.