• Mondo
  • venerdì 17 Maggio 2013

Le foto dei tornado in Texas

Sono stati almeno 16, fortissimi, e hanno ucciso sei persone: centinaia di case sono state completamente distrutte, ci sono ancora sette dispersi

Una serie di tornado ha colpito a partire da mercoledì 15 maggio l’area di Dallas nel nord del Texas. Sono morte sei persone, almeno 100 sono rimaste ferite, una cinquantina sono ricoverate in ospedale e risultano ancora 7 dispersi. La zona di Granbury, città di circa 8mila persone a sud-ovest di Dallas, è stata la più danneggiata. Lo sceriffo Roger Deeds ha detto che «alcune persone morte sono state trovate nelle loro case, altre nelle vicinanze forse mentre cercavano di trovare riparo». Le autorità hanno fatto sapere che un centinaio di case hanno subito dei danni e che molte sono state completamente distrutte. In molti quartieri mancano ancora acqua, gas ed elettricità. Nella zona sono stati mandati degli scuola bus per evacuare e trasportare gli abitanti in aree più sicure. Potrebbero passare delle settimane prima che la situazione venga riportata alla normalità. Oggi a Granbury è atteso il governatore del Texas Rick Perry.

Il National Weather Service di Dallas ha calcolato che i tornado sono stati 16 e che quello che ha attraversato la città di Granbury mercoledì sera è stato uno dei più violenti dal 1994: rientra infatti nella categoria F4 della scala Fujita, introdotta nel 1971 per classificare i tornado in base agli effetti che producono e va dal minimo F0 (“tempesta”) al massimo F5 (“incredibile”). Il tornado di Granbury è stato classificato come un F4, “devastante”, con venti che hanno raggiunto i 200 chilometri all’ora.