• Mondo
  • mercoledì 6 marzo 2013

La neve a Chicago

Foto di gente che pattina e si diverte e di monumenti e strade imbiancate: ne sono caduti più di 22 centimetri

Martedì a Chicago, in Illinois, sono caduti più di 22 centimetri di neve. Si tratta della nevicata più intensa dal Groundhog Day Blizzard, una delle maggiori tempeste di neve ad aver colpito il Canada e gli Stati Uniti, tra il 31 gennaio e il 2 febbraio del 2011: in quell’occasione caddero in città più di 53 centimetri di neve. La tempesta di ieri ha lasciato circa 30 mila famiglie senza elettricità, più di mille voli sono stati cancellati e molte scuole sono rimaste chiuse.

Abbonati al

Dal 2010 gli articoli del Post sono sempre stati gratuiti e accessibili a tutti, e lo resteranno: perché ogni lettore in più è una persona che sa delle cose in più, e migliora il mondo.

E dal 2010 il Post ha fatto molte cose ma vuole farne ancora, e di nuove.
Puoi darci una mano abbonandoti ai servizi tutti per te del Post. Per cominciare: la famosa newsletter quotidiana, il sito senza banner pubblicitari, la libertà di commentare gli articoli.

È un modo per aiutare, è un modo per avere ancora di più dal Post. È un modo per esserci, quando ci si conta.