• Cultura
  • mercoledì 27 Febbraio 2013

Cataloghi IKEA vintage

L'evoluzione del sistema di marketing più conosciuto e diffuso della società, dal 1951 a oggi in 20 immagini

IKEA è stata fondata nel 1943, ma il suo primo catalogo fu pubblicato nel 1951. Da allora, ogni estate IKEA pubblica e diffonde il catalogo annuale dei suoi prodotti, che viene considerato dall’azienda uno dei principali strumenti di marketing, dato che, fino a pochissimi anni fa, per realizzarlo era utilizzato il 70 per cento circa del budget destinato alla promozione.

La versione del 2010 è stata stampata in 30 lingue, per il 2013 sono previste 62 versioni per 43 diversi paesi, per un totale di oltre 200 milioni di copie. Ogni edizione del catalogo richiede circa 10 mesi di lavoro complessivi. La maggior parte dei cataloghi viene prodotta nel gigantesco studio di IKEA Communications ad Älmhult, in Svezia, che impiega 285 persone tra fotografi, falegnami e arredatori di interni.

Il sito Buzzfeed ha raccolto 20 foto per documentare la trasformazione dei cataloghi, ve le riproponiamo. A riguardarli si nota come è cambiato nel tempo il modo di proporre i prodotti, si vede il momento in cui sono stati introdotti gli allestimenti di stanze al posto delle foto dei singoli pezzi di arredamento e (non) si vede quando nelle foto degli allestimenti reali sono stati introdotti mobili realizzati in rendering, nel 2013.